Autonomia locale, Boccia: Non sia un nuovo centralismo

27
in foto Vincenzo Boccia, presidente Confindustria

“L’autonomia non deve diventare un’idea dei nuovi centralismi. Ritengo che alcuni temi devono avere una clausola di supremazia del Governo come ad esempio l’energia e le infrastrutture così da evitare che qualche Regione possa bloccare opere di interesse nazionale”. Lo ha detto Vincenzo Boccia, presidente nazionale di Confindustria, in relazione al tema delle autonomie. Secondo Boccia, il tema delle autonomie “deve essere una politica che va verso l’efficienza di tutti e non contro qualcuno o a danno della coesione sociale. L’autonomia deve essere una grande questione nazionale”. Il leader di Confindustria ha sottolineato l’esigenza “di aprire un dibattito con tutte le Regioni del Paese e non solo con quelle che hanno chiesto l’autonomia affinchè il Paese abbia un’identita’ forte. Dobbiamo caratterizzarci come territorio – ha affermato – per aprirci e non per chiuderci, questa e’ l’italia”. Boccia ha evidenziato la necessità “che il processo verso l’autonomia sia attenzionato per evitare errori dall’una e dall’altra parte. Dico al Governo di essere attenti alle clausole di supremazia, alla coesione tra le Regioni, all’efficienza e non al neocentralismo. Sono elementi essenziali per noi”.