Bosnia, c’è la commemorazione dei reporter Rai uccisi nel ’94

53

L’Ambasciata d’Italia a Sarajevo informa che lunedì 28 gennaio si terrà a Mostar l’annuale commemorazione dei tre giornalisti italiani della RAI di Trieste, Dario D’Angelo, Marco Luchetta ed Alessandro Ota, che partiti dall’Italia per realizzare un servizio sui bambini vittime della guerra, vennero uccisi dall’esplosione di una granata il 28 Gennaio 1994. Per commemorare il sacrificio dei tre reporter, che facendo scudo con i propri corpi alle schegge della granata hanno salvato miracolosamente la vita al bambino che stavano intervistando, alle ore 10:30 di lunedì l’ambasciatore Minasi deporrà di una corona di fiori innanzi alla targa posta in loro ricordi nel luogo dell’uccisione, in Brace Fejica 82a. I bambini dell’orfanotrofio “Dječiji dom Mostar”, deporranno una rosa a fianco della corona. In occasione del 25mo anniversario della morte dei giornalisti, la commemorazione si svolgerà in contemporanea anche a Trieste, città da cui i tre provenivano ed in cui ha sede la “Fondazione Luchetta Ota D’Angelo Hrovatin”, istituita a seguito dei fatti di Mostar per assicurare le cure necessarie ai piccoli feriti in guerra o colpiti da malattie non curabili nei loro Paesi di origine.