Cinema, sull’isola azzurra torna “Capri, Schermi d’Arte”

97

Da mercoledì a sabato prossimi nella cappella di Villa San Michele, riprende la rassegna “Capri, Schermi d’Arte”, kermesse di cinema, letteratura e arte sotto le stelle, dedicata quest’anno al Maestro Fancesco Rosi, recentemente scomparso. Organizzata dalla Fondazione Axel Munthe, patrocinata da Rai Teche, e a cura del giornalista Paolo Spirito, con la collaborazione di Ciro D’Aniello, la seconda edizione punterà nuovamente i riflettori su Napoli, la Campania e le figure più complesse e interessanti del nostro territorio. Un fil rouge che da mercoledì alle ore 19, condurrà all’appuntamento con l’ultimo intrigante e sconvolgente libro di Wanda Marasco “Il genio dell’abbandono”, candidato al Premio Strega 2015, incentrato sulla figura del grande scultore napoletano Vincenzo Gemito, per poi arrivare sabato 29 agosto alle ore 21,30 alla particolare rilettura che un grande critico e autore televisivo, e non solo, Italo Moscati, ha fatto della drammaturgia di Eduardo De Filippo, a 30 anni dalla morte del grande autore e attore, e terminare con un doveroso omaggio al Maestro Francesco Rosi, con l’opera “Il cineasta e il labirinto” di Roberto Andò.