Come costruire una strategia vincente per la formazione aziendale

89

Oltre ad essere uno degli strumenti principali per la competitività, una giusta strategia di formazione aziendale consente alle singole imprese di avere in organico personale con le skills potenziate e di poter ottenere importanti agevolazioni per accompagnare i percorsi di crescita. 

Ma c’è bisogno di una strategia che sia:

  • efficace
  • misurabile
  • trasversale e costantemente aggiornata

Della centralità di una corretta strategia di formazione aziendale parla L’incentivo del Lunedi, la rubrica a cura di Time Vision.

I 5 motivi per avviare la formazione aziendale

Prima di parlare degli strumenti da poter usare per una giusta strategia di formazione aziendale, occorre partire dalle basi, e cioè dai motivi per cui avviare la strategia stessa.

Ce ne sono almeno 5, perché le attività di formazione aziendale consentono di migliorare e innovare tutti gli aspetti produttivi e gestionali all’interno delle imprese.

Ecco i motivi:

si rafforzano le competenze esistenti o se ne creano di nuove

  • le competenze rafforzate migliorano e velocizzano il lavoro
  • i prodotti finali sono in linea con le esigenze del mercato, in costante evoluzione
  • viene introdotta innovazione
  • si migliora il posizionamento dell’azienda stessa nei mercati globali

Le regole da seguire

Dopo aver individuato i motivi, e quindi gli obiettivi, per avviare una strategia di formazione aziendale, occorre individuare gli strumenti e le regole da seguire.

Il primo passo, ovviamente, parte dalle aziende. Sta, infatti, ai responsabili interni di ogni settore capire quali sono:

  • le criticità da superare
  • gli obiettivi a cui tendere
  • le competenze esistenti da valorizzare
  • e, viceversa, quelle nuove da inserire

Una volta scattata “la fotografia” dell’azienda, la pianificazione della strategia per una formazione aziendale efficace sarà compito dei consulenti esperti nel settore, che costruiranno un piano su misura per ogni azienda con cui si confronteranno.

Gli strumenti da scegliere

Terzo e ultimo step è l’individuazione degli strumenti, spesso agevolativi, che sono a disposizione delle aziende per venire incontro alle esigenze formative. 

Le opportunità non mancano: 

  • i periodici avvisi dei fondi interprofessionali, con avvisi tematici o generalisti
  • le misure del Governo, come ad esempio la Formazione 4.0
  • le Academy aziendali 

Oltre, ovviamente, agli strumenti che le singole Regioni prevedono per il proprio sistema economico.

Per ulteriori dettagli: www.timevision.it