Compagnia delle Opere: Mario Barretta nuovo presidente

445

Attuare subito iniziative a sostegno degli imprenditori in Campania, ”favorendo l’incontro reciproco”; sviluppare un ”rapporto collaborativo e di sostegno con i giovani”; avviare iniziative culturali ”anche oltre l’ambito economico”. Sono queste alcune delle strategie principali che intende perseguire Mario Barretta, nuovo presidente della Compagnia delle Opere della Campania e che prende il posto di Salvatore Del Monaco. Barretta ha affrontato da subito la base del suo programma, riprendendo l’origine della Compagnia delle Opere e richiamandosi alla figura di don Luigi Giussaniche ha dato la sua vita – ha ricordato Barretta – ‘perché tutto possa esistere’, perché ognuno possa riscoprire la verità di se fino in fondo, nell’implicazione con la realtà”. ”Non da soli, ma dentro una compagnia umana protesa a sostenere il bisogno di ciascuno, così da concepire l’opera dell’altro come ‘un bene per tutti’ superando la tentazione di un atteggiamento autoreferenziale in balia del quale non si costruisce nulla, essendo chiamati a vivere questa sfida proprio in un contesto in cui si agisce prescindendo dagli altri, anzi, vedendo l’altro come una minaccia, piuttosto che una opportunità”. Secondo il neo presidente della CdO Campania ”occorre sostenere il bisogno degli imprenditori, così come quello dei giovani che vogliono costruire il loro futuro, offrendo loro una compagnia umana capace di accompagnarli”. Il primo appuntamento pubblico della nuova compagine direttiva della Compagnia delle Opere Campania è con l’evento “Expandere 2015″, che si terrà giovedì prossimo, 11 giugno, dalle 9 alle 16 nell’ex Salone delle Grida della Camera di Commercio di Napoli. Giunto alla sua quinta edizione, esso, dice Barretta, ”rappresenta un modello innovativo di fare rete, di costruire sinergie e soprattutto di incontrarsi per crescere”. La giornata è dedicata ad incontri b2b tra imprenditori e ad una serie di workshop e tavole rotonde organizzati sui temi della finanza, dell’internazionalizzazione e delle sinergie aziendali. La scorsa edizione ha visto la partecipazione di oltre 200 imprese, 600 partecipanti, oltre 3000 incontri. L’edizione di quest’anno prevede la Piazza Finanza dedicata al credito e avrà come partners BNL e la Banca del Sud con la presentazione di un accordo con CdO e il Consorzio Fidi Gafi Sud. Sul fronte internazionalizzazione saranno presentati nuovi Paesi tra cui il Sud Africa e lo Sri Lanka. Ci saranno, infine, workshop dedicati alla finanza, al credito e alla logistica e tavole rotonde formative con esperienze imprenditoriali e presentazione dei Paesi esteri. A parere di Mario Barretta occorre favorire uno spirito di fiducia verso le iniziative imprenditoriali dei giovani. ”Ce ne sono tanti che si sentono sfiduciati e non intravedono prospettive di sviluppo – dice – hanno la necessità di trovare una implicazione ed un riconoscimento in una compagnia più ampia”. “Per questo bisogna favorire ”le relazioni nel loro ambito e con gli imprenditori più accreditati, così che possano essere aiutati a vivere con piena consapevolezza la realtà delle loro iniziative, sviluppando azioni di accompagnamento come quella di ‘adottare’ le aziende di giovani e quella di favorire e valorizzare il riconoscimento delle migliori idee imprenditoriali”.