Conti deposito: quali vantaggi per la loro apertura?

186

Nell’era dell’incertezza e dell’instabilità dei mercati finanziari, i risparmiatori ricercano strategie di investimento convenienti, a basso tasso di rischio che comportano l’applicazione di costi di gestione esigui.

BTP, Buoni fruttiferi, Libretti Postali non sono gli unici prodotti di gestione del risparmio che consentono di ottenere un rendimento sicuro sul capitale investito.

Tra i prodotti bancari prediletti dai correntisti/risparmiatori, i conti deposito sono uno strumento di gestione del risparmio che consente di porre al sicuro le somme depositate.

In buona sostanza, mediante la sottoscrizione di un contratto di apertura del conto deposito, il cliente/correntista affida i propri risparmi alla banca, che applicherà un tasso di interesse indicativo dell’1,50% lordo, se si vincolano le somme depositate.

E, allora, dato che i correntisti italiani sono sempre più propensi ad agganciare al conto corrente un conto deposito, è bene capire se conviene effettivamente? Scopriamo in questa guida quali sono i vantaggi derivanti dall’apertura di un conto deposito.

I conti deposito sono una scelta di investimento sicura?
Aprire un conto deposito rappresenta la soluzione di gestione del risparmio meno rischiosa e più semplice per rendere fruttuose le proprie somme di denaro nel tempo, venendo a guadagnare rendimenti.

In termini di convenienza economica, i conti deposito vincolati sono quelli più vantaggiosi di quelli non vincolati.

Sono molti gli istituti bancari che riconoscono ai risparmiatori l’accredito anticipato degli interessi corrisposti sulle somme vincolate.

Rispetto al conto corrente, il conto deposito è limitato alle sole operazioni di prelievo e di deposito.

Quali sono i vantaggi del conto deposito?
Il conto deposito rappresenta per i risparmiatori i seguenti vantaggi:

1. Semplicità
Il conto deposito è un prodotto di gestione del risparmio assolutamente più semplice e trasparente per ottenere rendimenti certi sui capitali depositati.

Grazie alla telematizzazione dei servizi bancari e di quelli finanziari, ogni correntista/risparmiatore ha la possibilità di gestire da casa o ovunque si trovi il proprio conto deposito.

Grazie al servizio di Internet banking è possibile prendere visione dei “frutti” maturati sulle somme vincolate per un certo lasso temporale, come sancito in fase di sottoscrizione contrattuale tra le parti (correntista e banca).

2. Zero rischi
Rispetto all’investimento in titoli azionari o in criptovalute, l’apertura di un conto deposito è la scelta ideale per tutti i risparmiatori ed investitori avversi al rischio.
In uno scenario macroeconomico instabile, incerto, dove gli andamenti dei mercati finanziari sono soggetti a cambiamenti repentini e dove l’alta volatilità comporta perdite di capitali piuttosto ingenti, il conto deposito rappresenta la scelta ottimale.

Infatti, laddove la banca dovesse fallire, il conto deposito è posto al “riparo” dai rischi di mercato.

3. Costi di gestione esigui
L’apertura di un conto deposito non comporta il sostenimento di costi di gestione per il correntista.

Proprio per questo, ogni risparmiatore ha la possibilità di aprire un conto deposito ed un conto corrente in qualunque istituto di credito sul territorio nazionale o online.

L’offerta è davvero ampia e permette di scegliere e di comparare semplicemente le condizioni contrattuali, i costi e i tassi d’interesse attivi maturati sulle somme depositate in modo tale da massimizzare la convenienza.