Eventi, al Museo della Moda c’è la lirica con “La Cavalleria Rusticana”

94

Giovedì 16 maggio 2024 alle ore 19:00 presso il Museo della Moda di Napoli – Fondazione Mondragone in piazzetta Mondragone 18 si terrà l’appuntamento musicale “Così fa lirica III Edizione: La Cavalleria Rusticana”, che porta avanti il binomio di successo musica e moda, uno tra i tanti leitmotiv delle ultime programmazioni culturali del sito. Il luogo suggestivo e ricco di storia ben si presta a convogliare un pubblico interessato a espressioni artistiche composite, capaci – in virtù del tocco innovativo apportato – ad accrescere il bacino di utenza, attirando al melodramma anche una fascia di pubblico di giovani e giovanissimi. La lirica, nella versione concepita dall’associazione Filrò, composta da giovani talentuosi, musicisti e cantanti d’opera, presenta un format nuovo: stringato e itinerante. Lungo la passeggiata nel palazzo monumentale Mondragone, tra giardini e porticati, si assapora appieno la bellezza del melodramma e – insieme – il fascino della cornice storica in cui è meso in scena, valorizzato anche dai costumi dei cantanti realizzati a partire da alcuni abiti e accessori della collezione museale. “Esplorare gli straordinari spazi del Museo della Moda di Napoli attraverso un viaggio unico ed emozionante. La rappresentazione immersiva e itinerante coinvolge il pubblico in un mondo completamente nuovo, dove la musica e l’arte si fondono in uno spettacolo indimenticabile. Il pubblico sarà catapultato al centro dell’azione, vivendo in prima persona i tormenti della povera Santuzza e le affascinanti tradizioni pasquali siciliane. Questi elementi si intrecceranno con uno dei drammi operistici più celebri al mondo, tratto da una novella di Verga e reso immortale anche grazie al film “Il Padrino”, dichiara il regista Filippo Rotondo. Il ruolo di Santuzza sarà interpretato da Ginevra Martalò, Turiddu sarà Hayk Vardanyan, Lucia avrà la voce di Cristina D’Alessandro, Alfio quella di Filippo Rotondo mentre Lola sarà Camilla Pomilio e il Sacerdote Massimo Figliolia. “Ancora un’occasione, nell’ambito delle attività del Museo, ormai sempre più fortemente orientate alla multidisciplinarietà dei saperi, che offre spazio a linguaggi artistici diversi in grado dialogare con la moda, sempre spingendo sul protagonismo della creatività dei giovani, in un continuo scambio tra passato e presente” ha dichiarato la Presidente del Museo della Moda Avvocato Maria d’Elia.

Sarà inoltre possibile visitare la mostra dedicata al guanto, in chiave contemporanea, a cura di Mauro Squillace della storica guanteria Omega.