Expò 2015, Caffarelli: Asse tra Germania e Campania

55

La Germania è uno dei Paesi ad aver ottenuto maggior successo all’Expo 2015 di Milano, come testimonia il Console Onorario della Repubblica Federale di Germania a Napoli Giovanni Caffarelli. Un trionfo ottenuto soprattutto grazie all’impostazione green ed avveniristica del padiglione teutonico: “Con Expo 2015 abbiamo lanciato un messaggio preciso: avere con la natura un rapporto di rispetto per il suo valore; un messaggio volto ad affrontare le sfide del futuro, trasmettendo l’immagine autentica della Germania: Paese invitante, ricco di gioia di vivere e grande ironia. Un Paese che mantiene ottimi rapporti con l’Italia per le sfide dell’Eccellenza che caratterizzano il Made in Italy, come turismo, moda e soprattutto l’agroalimentare“, dice Caffarelli. Italia e Germania sono unite anche nella solidarietà, “come dimostra la prima volta di una nave tedesca, la Schleswig Holstein, che ha portato in salvo, nel porto di Salerno, 522 migranti alla ricerca di un futuro migliore. Italia e Germania sono stretti partner economici, e tale relazione assume anche dei connotati fondamentali: la Germania si colloca al primo posto per l’Italia; sia sul piano delle importazioni che delle esportazioni“.

Le iniziative del Consolato

Il valore aggiunto della Camera di Commercio Italo Tedesca è stato prezioso nella logistica e nell’assemblaggio del Padiglione di Expo ed è presente in ogni iniziativa del Consolato: “La Camera di Commercio Italia e Germania con Alitalia, per esempio, ha reso possibile il trasporto di imprenditori e visitatori a Milano per l’Expo: 11 milioni di biglietti venduti attraverso il sito di Edeka; un successo anche per la Campania, per la presenza di aziende dell’agroalimentare campano selezionate nel 2015 dallo stesso gruppo tedesco famoso nella catena di distribuzione del Paese : tante soluzioni ambientali e produzioni lignee dalle grandi foreste della Germania. In particolare la Edeka Sudwest, che opera nel Lander Assia, nel Baden-Wurttemberg, in Renania-Palatino e Saarland , con il suo fatturato di oltre 6 miliardi di euro offre l’opportunità ai fornitori italiani , di entrare nel gioco ed essere parte integrante del futuro“.

La visita a Reggio Calabria

Alcuni giorni fa, il Liceo Classico ‘T. Campanella’ di Reggio Calabria ha ricevuto la visita del Console Caffarelli, che ne ha apprezzato il prestigio storico ed architettonico, “per il patrimonio librario che vi è custodito, in particolare per l’Incunabolo, l’Aldina e le Cinquecentine presenti nella Biblioteca Magistrale, parte integrante della base-dati internazionale, gestita dalla British Library di Londra , nonché per il Laboratorio e anche Museo di Fisica, ricco di attrezzature e strumenti che risalgono ad un periodo compreso tra gli inizi dell’Ottocento e metà novecento; annoverando la presenza come docenza, di uno dei nomi più illustri a quel tempo: Giuseppe Mercalli“.