Le periferie al centro: parte la Carovana Antimafia

54

E’ partita oggi da Reggio Calabria la 21/ma edizione della Carovana internazionale antimafie, organizzata da Arci, Libera, Avviso pubblico e sindacati Cgil, Cisl e Uil. “Le periferie al centro”, il tema guida di quest’anno, annunciato nella conferenza stampa di presentazione a Palazzo San Giorgio, sede del Comune di Reggio. “Dal ’95, anno di avvio di questa esperienza – ha spiegato Alessandro Cobianchi, coordinatore nazionale Arci per la Carovana – esplodevano le bombe nelle città. Nel tempo le mafie si sono trasformate e si deve necessariamente modificare l’antimafia sociale. Su questo aspetto le periferie, luoghi di degrado, emarginazione, ingiustizie ed illegalità, rappresentano un luogo caratterizzante del nostro pensiero. Luoghi dove raccontare la denunzia, ma anche le buone pratiche messe in atto in diverse località simbolo della presenza criminale; raccontare quello che non funziona, ma anche quello che funziona“. Il viaggio della carovana, della durata di tre mesi, prevede tre tappe in Calabria: Reggio, Cutro e Catanzaro. Seguiranno, Basilicata, Campania, Lazio, Umbria, Marche, Emilia Romagna Toscana, ed il 30 giugno Bruxelles. Un cammino che riprenderà poi a settembre nel resto d’Italia e le tappe internazionali, in Belgio, Spagna, Malta, Romania, Germania e Francia.