Lifelong learning:
gara da 4,2 milioni

24

Un finanziamento da 4,2 milioni di euro per sostenere lo sviluppo di politiche pubbliche volte a coordinare l’offerta di istruzione e formazione professionale continua di qualità elevata. La Commissione europea apre un Un finanziamento da 4,2 milioni di euro per sostenere lo sviluppo di politiche pubbliche volte a coordinare l’offerta di istruzione e formazione professionale continua di qualità elevata. La Commissione europea apre un nuovo bando nell’ambito del programma Erasmus+ che incoraggia la cooperazione tra le autorità nazionali e tutte le parti coinvolte nel “lifelong learning”, compresi lo sviluppo delle competenze dei lavoratori e il loro riorientamento. I destinatari Il bando è rivolto alle autorità nazionali responsabili delle politiche in materia di formazione continua in ogni paese partecipante al programma Erasmus+ o a un’organizzazione da esse designata. I progetti devono dimostrare in che modo le autorità competenti possono utilizzare il loro ruolo di guida nella definizione delle priorità strategiche delle politiche nazionali, regionali o locali e delle politiche di formazione continua correlate al fine di creare le basi per una riforma sistemica. Ogni progetto farà tesoro delle prassi in uso presso uno o più paesi partecipanti al programma Erasmus+, beneficiando del trasferimento di conoscenze ed esperienze. Il coinvolgimento attivo dei soggetti interessati a livello nazionale, regionale o locale, come le parti sociali (organizzazioni di datori di lavoro e lavoratori), gli istituti di formazione, le singole aziende e le organizzazioni intermediarie, costituirà un elemento importante ai fini della valutazione. Chi può fare richiesta Le richieste di sovvenzione devono essere presentate come minimo da due soggetti di almeno due diversi paesi partecipanti al programma. Il richiedente ammissibile (coordinatore) deve essere un’autorità nazionale o un’organizzazione designata dall’autorità nazionale: ministeri, parti sociali, imprese, camere di commercio, erogatori pubblici o privati di formazione, centri di ricerca. Progetti ammissibili  Tra i progetti candidabili al contributo possono rientrare studi di fattibilità, revisioni di regolamenti nazionali, regionali e locali sulla formazione continua, organizzazione di forum di imprese per incentivare i datori di lavoro a investire in formazione, organizzazione o partecipazione a conferenze, seminari e gruppi di lavoro, campagne di sensibilizzazione, azioni di valorizzazione e divulgazione, scambio di buone prassi o di prassi innovative tra i paesi, attività di ricerca. La durata prevista per i progetti è di 12 o 24 mesi e l’importo di ogni sovvenzione può essere compresa tra un massimo di 150mila euro per un progetto di un anno e 300mila euro per un progetto di due anni. Il cofinanziamento europeo potrà coprire fino al 75 per cento delle spese ammissibili. Le domande vanno inviate entro le 12 del 30 aprile.


Risorse 4,2 milioni di euro Contributo Fino a 150mila euro per progetti di un anno Fino a 300mila euro per progetti di 3 anni Cofinanziamento Fino al 75% delle spese ammissibili Scadenza Ore 12 del 30 aprile 2015