Luigi Gubitosi amministratore delegato di Tim, nomina confermata

33
in foto Luigi Gubitosi

Il napoletano Luigi Gubitosi è il nuovo amministratore delegato della Tim. La nomina, già anticipata nelle scorse ore, è stata confermata e ratificata questo pomeriggio nel corso del Cda. Al consiglio d’amministrazione anche l’ad uscente Amos Genish, sfiduciato dal board lo scorso 13 novembre, il primo ad arrivare pomeriggio nella sede di Corso Italia. Il cda si è concluso pochi minuti fa, ora si attende il comunicato ufficiale della società con l’annuncio della nomina del nuovo amministratore. Gubitosi lascia il suo incarico di commissario straordinario di Alitalia.
Nato a Napoli, classe 1961, Gubitosi è entrato nel cda di Tim, che oggi gli ha conferito le deleghe per guidare la società, a maggio. Toccherà, dunque, a lui cimentarsi con le sfide che attendono Tim alle prese con un mercato in rapida evoluzione e sullo sfondo le scelte politiche sulla rete delle Tlc che puntano a favorire l’integrazione tra le reti di Tim e di Open Fiber, con un ruolo centrale di Cdp. Manager di lungo corso Gubitosi ha una significativa esperienza anche nel campo delle Tlc: dal 2007 al 2011 è stato amministratore delegato di Wind Telecomunicazioni, dopo essere entrato nalla società nel 2005 con la carica di Chief Financial Officer. In precedenza era stato direttore generale Rai dal luglio 2012 all’agosto 2015, prima di Antonio Campo Dall’Orto. Laurea in Giurisprudenza all’Università Federico II della capitale campana, studi alla London School of Economics con Mba all’Insead di Fontainebleau, nel suo curriculum compaiono gruppi del settore delle Tlc ma anche auto e banche. Gubitosi ha ricoperto diversi incarichi nel gruppo Fiat tra il 1986 e il 2005: direttore finanziario, vicepresidente e responsabile Tesoreria del gruppo. E’ stato presidente del cda di Fiat Partecipazioni e membro del cda di Fiat Auto, Ferrari, Cnh, Iveco, Itedi – Italiana Edizioni, Comau e Magneti Marelli. Membro anche del cda del fondo pensione dei metalmeccanici Cometa e del Comitato organizzatore delle Olimpiadi degli scacchi svoltesi a Torino nel 2006. Nel 2011 viene designato country manager e responsabile del corporate investment banking della Bank of America per l’Italia. È professore nel corso avanzato di Finanza Aziendale presso l’Università Luiss Guido Carli dove ha insegnato anche Strategie d’Impresa.