Per Renault e Nissan nuovi piani di sviluppo in India

13

TORINO (ITALPRESS) – Nuovi piani di sviluppo in India per l’Alliance, la holding che raccoglie Renault, Nissan e Mitsubishi. “Abbiamo opportunità di sviluppo formidabile”, ha spiegato Luca De Meo, Ceo di Renault nel corso di una conferenza stampa con Jean-Dominique Senard, presidente dell’Allince, e Makoto Uchida, Ceo di Nissan. Il gruppo è presente in India con 15mila persone, un centro ricerche e un impianto a Oragadam, vicino a Chennai, da dove sono uscite finora 2,6 milioni di automobili per Renault e Nissan, di cui 1,1 milioni esportate verso più di 100 destinazioni, oltre a più di 4,4 milioni di unità di propulsione tra motori e cambi. Attualmente in India si stima circolino circa 1,4 milioni di vetture tra Nissan e Renault. La nuova fase di sviluppo prevede un aumento della produzione e delle attività di ricerca e sviluppo, grazie a un investimento di 600 milioni di dollari con vari nuovi modelli da produrre. Nei piani di sviluppo si lavorerà su una gamma molto ampia. Innanzitutto, i tre veicoli esistenti, Renault Kiger e Renault Triber e Nissan Magnite. Sempre nel segmento A e A+ ci sarà un nuovo veicolo sia per Renault e Nissan. A questi aggiungeranno 4 veicoli nel segmento C-SUV con 5 e 7 posti anche elettrici, due per Renault e due per Nissan. L’obiettivo è anche esportare questi veicoli, ma non verso l’Europa, portando l’utilizzo dell’impianto di Chennai all’80%. Non solo, sono anche previste 2mila assunzioni presso il Renault Nissan Technology & Business Center di Chennai, che sarà ora detenuto al 51% da Renault e al 49% da Nissan, mentre la fabbrica avrà le stesse quote, ma invertite tra le due aziende.
(ITALPRESS).
– Foto: frame video conferenza stampa –