Scambi con l’Uk: prima scadenza a luglio

79

Scambi e collaborazioni tra ricercatori britannici e gruppi di ricerca stranieri. E’ il primo luglio la prossima scadenza utile per accedere ai finanziamenti messi a disposizione dalla Royal Society (Uk). Il Scambi e collaborazioni tra ricercatori britannici e gruppi di ricerca stranieri. E’ il primo luglio la prossima scadenza utile per accedere ai finanziamenti messi a disposizione dalla Royal Society (Uk). Il programma per il quale è possibile inviare la propria adesione si chiama “International Exchanges Scheme” e garantisce un sostengo economico alla mobilità tra team di studiosi di diverse nazionalità. Entrambi i candidati, quello britannico (l’“applicant”) e quello straniero (il “co-applicant”), devono essere ricercatori in possesso di dottorato di ricerca al momento della candidatura, fare capo a un ente o a un’università; avere un contratto a tempo indeterminato e trovarsi ciascuno nel proprio Paese al momento della presentazione della domanda. Non possono candidarsi soggetti che fanno capo a organizzazioni private, industriali e commerciali, spin-off universitari, istituti e consigli di ricerca. Tre i macrosettori disciplinari cui si rivolge il bando: scienze naturali e settori affini inerenti alla fisica, chimica, matematica, informatica, ingegneria, agricoltura; ricerca biologica e medica; aspetti scientifici dell’archeologia, geografia e psicologia sperimentale. Sono escluse, invece, la medicina clinica e le scienze sociali. I finanziamenti coprono la mobilità bilaterale e le attività di ricerca per periodi di 3, 12 o 24 mesi, secondo un preciso schema. In particolare è prevista la concessione di un contributo massimo di 3mila sterline per un viaggio unico della durata massima di 3 mesi; fino a 6mila sterline per visite multiple che devono essere completate entro un anno; fino a 12.000 sterline, infine, per visite multiple che devono essere completate entro due anni. Due i termini ancora aperti: il primo luglio e il 28 ottobre 2014.