Un Nobel per il Sud Walesa all’Icm

40

Un premio Nobel cattolico per il Meridione, non solo per la pace. È Lech Walesa, presidente emerito della Polonia e fondatore nel 1980 della storica Solidarsnosc, la prima rivoluzionaria organizzazione sindacale indipendente del blocco sovietico di profonda ispirazione cattolica e anti-regime comunista. Walesa, oggi settantuno anni e all’attivo otto figli, sarà a Napoli sabato prossimo, 13 giugno, ospite della sede partenopea dell’Istituto di Cultura Meridionale. L’occasione è offerta dalla cerimonia di conferimento del premio internazionale People for Culture and Peace 2015 promosso dall’Istituto di Cultura Meridionale (Icm) in collaborazione con la Federazione nazionale dei Consoli. Dopo aver ricevuto il riconoscimento, Walesa terrà una lectio magistralis. La lezione sarà preceduta dagli interventi di Gennaro Famiglietti e dai senatori Jas Gawronski e Umberto Ranieri. “Abbiamo il piacere – commenta Famiglietti – di assegnare il People for Culture and Peace a Lech Walesa per rimarcare l’azione di questo protagonista della storia europea, ispirata ai valori della cultura e della pace, strumenti strategicamente insostituibili per la mutua comprensione tra i popoli e lo sviluppo sociale ed economico degli stessi”.