Viviamo in un mondo economico centrato sul PIL

40


Le azioni nel regno dell’agire umano dovrebbero essere in sintonia con gli sforzi della natura per assicurare una vita degna. La concordanza richiederebbe ai politici di declassare il PIL dalla sua posizione preminente. La sua egemonia è immeritata, secondo Angus Deaton, vincitore del premio Nobel per l’economia 2015. Altri corpi celesti – gli indici di felicità (Felicità nazionale lorda), di sviluppo umano (Indice di sviluppo umano) e di progresso (Indicatore di progresso reale), e i dati sulla povertà – sono presenti nella galassia.

We live in a GDP-centric world of economics
Actions in the “realm of made” should be in tune with nature’s efforts to ensure that the planet Earth is life-worthy. The concordance would require policymakers to downgrade GDP from its pre-eminent position. Its hegemony is undeserved, according to Angus Deaton, winner of the 2015 Nobel Memorial Prize in Economic Sciences. Other heavenly bodies – the indexes of happiness (Gross National Happiness), human development (Human Development Index) and progress (Genuine Progress Indicator), and data on poverty – are present in the galaxy.

piero.formica@gmail.com