ViviBanca, dagli azionisti via libera all’aumento di capitale

145

L’assemblea degli azionisti di ViViBanca – istituto bancario privato ed indipendente specializzato nel credito alle famiglie attraverso l’erogazione di prestiti contro cessione del quinto, oltre che nella raccolta online sul mercato retail – riunitasi in unica convocazione sotto la presidenza di Germano Turinetto, ha conferito la delega al consiglio di amministrazione di ViViBanca per dare seguito ad aumenti del capitale sociale a pagamento ed in via scindibile, in una o più volte, fino a maggio 2025, per l’importo massimo di Euro 30.000.000, comprensivo di eventuale sovrapprezzo. L’aumento di capitale avverrà mediante emissione di azioni ordinarie da offrire in opzione agli azionisti della Società. Tale specifica azione si inserisce all’interno del piano strategico della Banca che prevede di perseguire lo sviluppo, la crescita e la diversificazione del business di ViViBanca sia per linee interne che per linee esterne, mediante operazioni di acquisizione che potranno richiedere risorse patrimoniali aggiuntive, da reperire attraverso l’aumento di capitale deliberato. L’assemblea degli azionisti informa che ViViBanca ha, altresì, richiesto a Banca d’Italia la modifica dello statuto finalizzata alla creazione del Gruppo Bancario ViViBanca S.p.A. (Capogruppo – ViViBanca S.p.A. e Società del Gruppo – ViViConsumer S.r.l.); sono stati anche approvati ulteriori miglioramenti tecnici – tra cui l’eliminazione del valore nominale dell’azione – nel presente Statuto così come nel Regolamento Assembleare. A questo proposito, si segnala che la richiesta di autorizzazione alle modifiche statutarie tra cui la delega all’operazione di aumento di capitale è già stata autorizzata da Banca d’Italia. L’assemblea degli azionisti ha approvato, inoltre, il bilancio d’esercizio al 31 dicembre che chiude con un utile di esercizio di euro 3.244.556.