Voli e soggiorni a Napoli: incentivi ai tour operator

18

Con uno stanziamento di 1 milione e 300mila euro, la Camera di Commercio di Napoli, a partire dal prossimo primo aprile erogherà, attraverso un apposito regolamento, contributi a fondo perduto a favore di tour operator nazionali ed esteri e agenzie di viaggio corrispondenti dei tour operator nazionali ed esteri, a parziale concorso delle spesi di organizzazione di viaggi in tutta la provincia di Napoli (capoluogo compreso) in periodi di media e bassa stagione, per turisti provenienti dai mercati esteri. Ad annunciarlo è il presidente dell’ente camerale partenopeo, e numero uno di Unioncamere Campania, Maurizio Maddaloni, presentando agli operatori turistici accreditati alla Bit di Milano, il piano di incentivi per la prossima stagione turistica. “Si tratta di un meccanismo immediato con effetto moltiplicatore sul territorio. – dice – Più arrivi con soggiorni di almeno due notti, significa innanzitutto strutture turistiche aperte nei periodi di media e bassa stagione. Significa, quindi, più lavoro, più commercio e più indotto che si attiva con nuovi flussi turistici a Napoli e provincia”.

Gli aiuti – Per i soggiorni a Napoli sono previsti 40 euro per ogni turista che soggiorna nelle strutture ricettive e viaggia in aereo. Per la provincia partenopea il contributo sale a 40 euro per voli provenienti da Paesi aderenti all’Unione europea e 60 euro per voli extra Ue. Oltre agli incentivi è stato annunciato un progetto di certificazione di qualità delle strutture turistiche a cura di Unioncamere Campania insieme all’amministrazione regionale. Tra gli eventi di promozione del sistema regionale delle Camere di Commercio, la serata a New York presso il ristorante della star di Masterchef, Joe Bastianich con i prodotti della dieta mediterranea e l’eccellenza vinicola regionale e un temporary shop a Monaco di Baviera presso la grande catena di distribuzione Kaufhof. La Camera di Commercio di Napoli, inoltre, ha sostenuto la “trasferta” del tesoro di San Gennaro a Parigi, dal 19 marzo al museo Maillol.