Aquilonia, design rurale per la rigenerazione

62

Giancarlo De VitoTaglio del nastro ad Aquilonia la prima edizione del workshop “Traduzioni”, il design come processo di rigenerazione, in programma nel Comune irpino guidato da Giancarlo De Vito fino al prossimo 21 giugno con l’obiettivo di diffondere e innovare il patrimonio di sapienze artigianali sedimentate in Irpinia attraverso l’interazione con l’arte contemporanea per produrre nuovi prototipi di oggetti che coniughino tradizione rurale e design innovativo. Il cuore dell’iniziativa, ideata da +tstudio/rihabitat, coordinata dagli architetti Enzo Tenore e Katia Fabbricatti e diretta dal teorico e critico del design Marco Petroni,ha preso il via giovedì scorso presso il Museo della Civiltà Contadina del Comune.


Acerra. Il Comune guidato da Raffaele Lettieri, per il quarto anno consecutivo, viene premiato per la raccolta differenziata, piazzandosi al secondo posto tra i migliori comuni ricicloni della Campania tra i 50mila ed i 100mila abitanti. In base a questa speciale classifica di Legambiente Acerra rientra tra le amministrazioni che hanno raggiunto la percentuale del 65 per cento (come richiesto dalla normativa vigente).


Atrani. Ci sarà anche il Comune del Salernitano a rappresentare la Costiera Amalfitana ad Expo 2015: dal 15 al 21 giugno sarà possibile ammirarne bellezze ed eccellenze presso l’area che il Club dei Borghi più belli d’Italia ha riservato alla rassegna dei comuni che ne fanno parte. Atrani avrà a disposizione un desk per farsi conoscere all’interno del padiglione Eataly in cui porterà il meglio del suo territorio.


Giffoni Valle Piana. Il Comune della provincia di Salerno si conferma “riciclone” facendo registrare nel 2015 le stesse percentuali di raccolta dell’anno precedente: il 72,52 per cento per un totale 4.525.230 kg raccolti. “Un risultato – spiega il sindaco Paolo Russomandodovuto al senso civico dei giffonesi che hanno risposto in modo straordinario al sistema di raccolta”.


Fisciano. “Donne oltre la violenza. Verso la Vita”, incontro al Comune per inaugurare lo Sportello antiviolenza. Ad organizzarlo è stata l’associazione “Gioia” di Fisciano, in collaborazione con l’Osservatorio per la diffusione degli studi di genere e la cultura delle Pari opportunità (Ogepo) dell’Università di Salerno, con il supporto dell’Associazione nazionale sociologi – presidenza regionale della Campania.


Pontecagnano. Ottimizzazione del servizio per una più incisiva riuscita delle attività di raccolta differenziata e recupero materiali. E, ancora, indicazioni per garantire un maggiore decoro urbano. Sono gli obiettivi dell’amministrazione di Ernesto Sica che, attraverso apposita ordinanza, ha stabilito le nuove disposizioni per il riordino del servizio e la salvaguardia ambientale.


San Marco Evangelista. Il Comune diventa operativo per l’esercizio delle funzioni del Genio civile. La Regione Campania autorizza il trasferimento delle competenze all’assessore all’Urbanistica Giuseppe Di Maio che aveva formalizzato la volontà dell’Ente di avocare a sè le funzioni. Il consiglio comunale ha approvato il Regolamento per il funzionamento della Commissione sismica comunale e il sindaco, Gabriele Cicala, ha nominato le due commissioni comunali per le autorizzazioni sismiche.


Solofra. E’ stato pubblicato dall’Irno Service, la municipalizzata che si occupa della rete degli acquedotti, il bando di gara per la realizzazione di un pozzo in località Scorza. Si tratta di un intervento da 170mila euro determinato dalla necessità di aumentare approvvigionamento e portata della rete idropotabile comunale e consentire al territorio di rispondere alla carenza idrica sopraggiunta a seguito del rinvenimento di tetracloroetilene nella falda acquifera. Proprio la presenza dell’inquinante ha portato alla chiusura di due pozzi che approvvigionavano la rete idropotabile ed ha portato alla chiusura di pozzi a disposizione di aziende conciarie.


Sorrento. Non si potrà più fare il bagno nel borgo dei pescatori di Marina Grande a Sorrento. Il tratto di mare al centro della penisola sorrentina è stato vietato dal sindaco Giuseppe Cuomo con una ordinanza specifica emessa dopo l’arrivo in municipio dei dati delle analisi sulla qualità delle acque effettuate dall’Arpac. Gli esami hanno definito “carse” le acque. Il provvedimento che rende le acque off limits riguarda anche l’area portuale di Marina Piccola.