Asl Napoli 1, dipendenti in stato di agitazione

201

Continua lo stato di agitazione dei dipendenti della Asl Napoli 1. A darne notizia sono i responsabili sanità della Fp Cgil Campania, Giosue’ Di Maro e Rosario Cerullo i quali, dopo il nulla di fatto registrato al vertice in Prefettura convocato per questa mattina, precisano che la mobilitazione andrà avanti “fino alla proclamazione dello sciopero”. “La Direzione Generale – sottolineano Di Maro e Cerullo – non si è presentata, adducendo come motivazione di non aver ricevuto convocazione. La motivazione è smentita nei fatti perchè appena giunta convocazione il direttore generale ha inviato una risposta indirizzata anche in Prefettura”. Le organizzazioni sindacali hanno “stigmatizzato l’atteggiamento dilatorio e irrispettoso nei confronti dell’organo territoriale del Governo quale è la Prefettura e delle organizzazioni convocate”. “La incapacità della Direzione Strategica – secondo il sindacato – e’ confermata dalla assenza di programmazione, con conseguente mancata garanzia del diritto alla salute ai cittadini e del diritto ad un lavoro dignitoso per gli operatori. La loro inadeguatezza è dimostrata anche dalla assenza di risposte per impegni già assunti in Prefettura, come è stata la vicenda delle criticità nei pronto soccorso sollevata dalle organizzazioni sindacali della dirigenza medica nella riunione del 14 agosto”. Nel corso dell’incontro, secondo quanto riferisce il sindacato, il vice Prefetto ha annunciato che elaborera’ una relazione di sintesi che verra’ trasmessa al Commissario Straordinario e alla Direzione Generale. “A fronte di quanto verificatosi in Prefettura le organizzazioni sindacali – concludono Di Maro e Cerullo – richiedono le dimissioni per manifesta incapacita’ di tutta la Direzione Strategica Aziendale”.