Formiche al San Giovanni Bosco di Napoli, la commissione d’inchiesta: No alla chiusura dei reparti

48
in foto l'ospedale San Giovanni Bosco di Napoli

“Non viene messa in discussione, al momento, la possibilità di chiudere interi reparti di degenza del pronto soccorso”. È quanto deciso in occasione della riunione che si è svolta oggi all’ospedale San Giovanni Bosco di Napoli tra il direttore generale dell’Asl Na1, Mario Forlenza, la commissione d’accesso e d’inchiesta per il fenomeno delle formiche nel nosocomio e i vertici della struttura ospedaliera. La commissione, nel corso del vertice, ha definito un cronoprogramma della strategia d’intervento per l’ospedale. Domani ci sarà un “intervento di disinfestazione massivo delle aree esterne a verde di pertinenza del pronto soccorso”, fa sapere il coordinatore della commissione. Contestualmente saranno effettuati interventi di disinfestazione massiva dei cortili interni dell’ospedale dove saranno messe delle esche attrattive in gel. Successivamente seguiranno “diffuse disinfestazioni in tutta la struttura” con l’utilizzo di esche. “Gli interventi previsti – afferma la commissione – possono consentire il raggiungimento di risultati significativi a medio termine”. Infine, la direzione strategica aziendale valuterà la possibilità “di estendere il modello di interventi previsti per il San Giovanni Bosco” a tutti gli ospedali dell’Asl “anche attraverso l’affiancamento di una ditta esterna specializzata ai servizi interni di bonifica urbana aziendali”.