Confindustria, Boccia: Grazie a mio padre

40



“Un grazie affettuoso a mio padre (Orazio, ndr). L’emozione più grande è vederti seduto in platea, davanti a me, e pensare da dove sei partito”. Così, visibilmente commosso, tanto da essere costretto a interrompersi brevemente, anche per “la responsabilità altissima” che lo attende, il neo presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, rivolge il suo saluto dal palco dell’Assemblea degli imprenditori.