De Luca commissario, sale la tensione

46

Sulla possibilità che il ministro per la salute Lorenzin nomini il governatore della Campania Vincenzo De Luca commissario alla sanità “ci incontreremo con il ministro ma credo che non ci sia materia di discussione su questo punto che è assolutamente chiaro e acquisito”. Lo ha detto lo stesso De Luca a margine della presentazione del rapporto della Bocconi sulla sanità in Italia. De Luca ha sottolineato il difficile rapporto con il precedente commissario, il toscano Joseph Polimeni: “Ci sono situazioni talmente diverse in Italia per cui c’è la necessità di nominare i presidenti delle Regioni commissari”. “Ovviamente – ha concluso il presidente della Giunta regionale – il Governo, ma soprattutto il ministero dell’economia, è fortemente preoccupato perché è interessato al fatto che il piano di rientro vada avanti in maniera rigorosa. E abbiamo dimostrato che i più rigorosi in Italia siamo noi”.  

“C’e’ un ritardo da parte del governo, e grave. Capisco che ci sono impegni asfissianti, Gentiloni e’ stato negli Stati Uniti prima, poi a Pechino, e in questo momento e’ in Russia. Fra una settimana, dieci giorni parte il G7 a Taormina e bisogna preparare i lavori. Mi rendo conto che non c’e’ tempo, ma credo dobbiamo insistere e pretendere che la seconda regione d’Italia non stia in una condizione di precarieta’ che complica i problemi. Questo e’ grave e non piu’ accettabile”. A dirlo e’ il presidente della Campania, Vincenzo De Luca, a margine di un convegno del settore Sanita’, rispondendo ai giornalisti sulla questione del commissariamento della regione. Quanto all’incontro che dovrebbe avere con il ministro alla Sanita’ Beatrice Lorenzin, da lei stesso anticipato nei giorni scorsi, il presidente lo conferma e precisa che non crede ci sia “materia di discussione su questo punto, che e’ ormai chiaro e acquisito”. “Ovviamente il governo ma piu’ il ministero dell’Economia che della Sanita’ e’ sempre fortemente preoccupato, perche’ e’ interessato che il Piano di rientro vada avanti in maniera rigorosa. Ma abbiamo dimostrato che i piu’ rigorosi in Italia siamo noi, anche piu’ di Roma”, conclude.