Elezioni, Forza Italia: in Campania è caos liste. Fuga di massa di consiglieri comunali. Ecco le ultime defezioni

149

Nuovo giro di defezioni in Campania per Forza Italia. Come quotidianamente sta avvenendo dal giorno della presentazione delle liste per le elezioni politiche del 25 settembre, anche oggi diversi consiglieri comunali ed esponenti territoriali di Forza Italia in Campania hanno annunciato il loro addio al partito, in polemica contro le modalità di scelta dei candidati. Lasciano Forza Italia Grazia Sangermano e Tonia Napolitano, rispettivamente coordinatrice cittadina di Forza Italia e consigliera comunale di San Paolo Belsito (Napoli) perché “sono venute completamente meno le condizioni politiche minime per la nostra permanenza in un partito che credevamo fosse ispirato ai principi del confronto democratico interno, della condivisione delle regole e, soprattutto, degli obiettivi”. Ha fatto loro eco Francesco Marino, coordinatore di Forza Italia di Santa Maria Capua Vetere: “Non è questo un modello di partito a cui avevo dato la mia adesione. Credevo in un partito che avrebbe coinvolto i militanti nelle decisioni importanti, e mi ritrovo in un partito dove le scelte politiche e gestionali sono dettate attraverso dei diktat di stampo bolscevico, che hanno che hanno sancito un netto distacco con la base elettorale”, ha scritto Marino nella lettera con la quale ha annunciato l’addio al neo commissario regionale di Forza Italia Fulvio Martusciello. Lasciano Forza Italia anche Giuseppe Ricci, consigliere comunale a San Sebastiano al Vesuvio (Napoli), Claudio Trisolino, già coordinatore cittadino di Forza Italia a Capua (Caserta), Stanislao Verde, Leonardo D’Abundo e Jessica Maria Lavista, consiglieri comunali di Forio d’Ischia (Napoli), e sette coordinatori del movimento giovanile: Antonella D’Alterio (vice coordinatrice provincia di Napoli), Mario Codispoti (coordinatore del comune di Castellammare di Stabia), Chiara Calabrese (coordinatrice del comune di Lettere), Maria Attianese (coordinatrice del comune di Casola di Napoli), Maria Felice Ferrara (coordinatrice del comune di Santa Maria la Carità), Anna Ruggiero (coordinatrice del comune di Sant’Antonio Abate) e Mario Parenti (coordinatore del comune di San Giuseppe Vesuviano).
nfine Claudio Ferone, capo dell’opposizione in Consiglio comunale di Tufino (Napoli), lascia Forza Italia e contestualmente annuncia la sua adesione ad Azione, partito di Carlo Calenda: “Le scelte assunte da Forza Italia non mi rappresentano più – dichiara – quanto accade a livello nazionale, con scelte pesanti che hanno finito per penalizzare ogni famiglia del Paese, si riverbera qui in Campania e nei nostri comuni con decisioni autarchiche, che per sterili vendette e per brama di potere, hanno completamente privato i territori di rappresentanza e di voce. I valori che hanno da sempre ispirato il mio percorso politico e soprattutto il lavoro speso a favore della comunità saranno la base sulla quale costruirò il mio impegno con Azione e per il progetto di ‘L’Italia, sul serio’ che costituisce una proposta di buonsenso portata avanti da persone perbene, nelle quali mi riconosco”, conclude Ferone.