Horror e paura circo d’autore

44

Addio circo tradizionale dalle atmosfere accoglienti e un po’ “malincomiche”: Napoli ospita fino all’8 dicembre alla Mostra d’Oltremare il Circo de Los Horrores, una sfilata di mostri spaventosi, pagliacci malefici, infermiere Addio circo tradizionale dalle atmosfere accoglienti e un po’ “malincomiche”: Napoli ospita fino all’8 dicembre alla Mostra d’Oltremare il Circo de Los Horrores, una sfilata di mostri spaventosi, pagliacci malefici, infermiere mutilate, bimbi-cadaveri, il diavolo e Nosferatu, zombie e monaci (circodeloshorrores.com). Un’idea originale per una serata divertente, soprattutto durante i giorni a cavallo della “stregata” festa di Halloween. La platea, organizzata come una tipica arena circense, avvolge il palcoscenico, dove si susseguono senza sosta numeri che spaziano dalle gag di (finta) ispirazione sadomaso a parentesi che riprendono scenari e musiche ricollegabili all’immaginario horror. Lasciano senza fiato alcune performance acrobatiche, ballerine orientali dai corpi letteralmente snodabili, artisti che si librano nell’aria tra corde e strutture roteanti e persino “sonnambuli” che raggiungono altezze estreme supportando il peso di tutto il corpo con la forza dei soli capelli. Tutto tra luci rosse, angoli bui, rumori improvvisi, tanto fumo e intrusioni di potenziali serial killer: imperdibile, l’uomo con la motosega che semina il panico tra il pubblico.