Il sesso secondo il darwinismo

18

Osservare moscerini al microscopio, discutere di evoluzione, biodiversità, selezione sessuale, addentrarsi nell’enigma degli insetti sociali. Facendo onore alla sua grande tradizione scientifica (a Napoli, con Anton Dohrn, muove in primi passi Osservare moscerini al microscopio, discutere di evoluzione, biodiversità, selezione sessuale, addentrarsi nell’enigma degli insetti sociali. Facendo onore alla sua grande tradizione scientifica (a Napoli, con Anton Dohrn, muove in primi passi lo studio dell’evoluzionismo della biologia marina) la città rende onore a Charles Darwin con una serie di eventi che in tutto il mondo celebrano l’anniversario della nascita del grande naturalista che ha cambiato il concetto di vita. Attraverso laboratori, dibattiti, conferenze e proiezioni cinematografiche, organizzato dalla Federico II in collaborazione con Città della Scienza e la Stazione Zoologica ‘Dohrn’, nell’ambito del progetto F2 Cultura, il programma prevede oggi, nel giorno della festa degli innamorati, un convegno su “Darwin e la selezione sessuale”. Appuntamento a Città della Scienza, dove martedì 17 si replica con “Darwin e l’enigma degli insetti sociali”.


Vene in salute Non solo malattie neurologiche, l’I’stuto Neuromed di Pozzilli (Is) diventa punto di riferimento per tutti quei medici che vogliono approfondire la cura delle vene varicose attraverso una tecnica innovativa.Conuna serie di workshopmensili, della durata di due giorni, l’Unità Operativa di Chirurgia Vascolare e Endovascolare, diretta da Francesco Pompeo, curerà infatti l’addestramento teorico e pratico rivolto all’utilizzo della termoablazione a radiofrequenza. L’intervento di termoablazione ha grandi vantaggi rispetto alla tecnica chirurgica tradizionale.Oltre adessere eseguito solo in anestesia locale, il recupero è velocissimo. “La procedura impiega solo 15 minuti di tempo – spiega Pompeo – e successivamente i pazienti hanno bisogno solo di una calza elastica o un bendaggio elastico. Insomma, arrivano al mattino e dopo due ore possono tornare a casa”.


M’illumino di meno Anche Il Maschio Angiono tra i monumenti che ieri 13 febbraio sono stati spenti per qualche momento per riflettere su come diminuire il proprio impatto ambientale. Oltre al castello medievale, anche Castel dell’Ovo e l’aeroporto di Capodichino hanno abbassato l’illuminazione. La manifestazione ha coinvolto le più importanti città d’Italia, con i siti più storici e significativi, dal Duomo di Milno al Colosseo. “Spenti” per qualche ora anche il Bauhaus di Weimar, l’università di Cambridge e il Mit (Massachusetts Institut of Technology) di Boston.


Nanotech da Expo È a un passo la chiusura dell’accordo tra lo spin off salernitano Nano filler e un’azienda asiatica leader del mercato mondiale dei film per imballaggio alimentare. È quanto emerge dalla missione a Tokyo dei ricercatori dell’ateneo di Fisciano responsabili dello spin off. La capitale giapponese ha ospitato dal 28 al 30 gennaio “Nano tech 2015”, la più importante fiera internazionale dedicata alle nanotecnologie. Per l’occasione, l’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane ha ospitato nel padiglione italiano sia Nano filler che Narrando, altro spin off di ateneo specializzato nelle nanotecnologie.


Metropoli in digitale Le città Metropolitane del Meridione, Napoli, Palermo, Catania, Reggio Calabria, Cagliari, Bari e Messina, beneficeranno dei fondi europei 2014-2020 dei Pon metro pari a 750 milioni di euro. Ad annunciarlo è il presidente di Forum PA, Carlo Mochi Sismondi, in occasione del meeting tenutosi nei giorni scorsi a Napoli che ha anticipato la seconda edizione di Smart City Med, in programma alla Mostra d’Oltremare dal 9 all’11 aprile 2015. “Del miliardo di euro previsto dai fondi europei – sottolinea Sismondi – ben 750 milioni sono riservati alle sette Città Metropolitane del meridione. A questi fondi vanno aggiunti quelli previsti dai Pon europei destinati alle agenzie digitali e quelli indicati per l’ambiente e la mobilità”.