Immigrati nel Mezzogiorno: 3,5 mln alle idee innovative

28

Favorire l’inserimento sociale e lavorativo degli immigrati nelle regioni meridionali: la Fondazione Con il Sud promuove l’iniziativa “Immigrazione”, che rientra nell’ambito di intervento “Progetti speciali e innovativi” ed è rivolta al Favorire l’inserimento sociale e lavorativo degli immigrati nelle regioni meridionali: la Fondazione Con il Sud promuove l’iniziativa “Immigrazione”, che rientra nell’ambito di intervento “Progetti speciali e innovativi” ed è rivolta al mondo del terzo settore e del volontariato meridionale e, in particolare, alle associazioni e organizzazioni di immigrati. Obiettivi L’iniziativa prevede la presentazione di idee innovative in grado di concretizzarsi successivamente, con il sostegno della Fondazione e con il coinvolgimento di competenze e professionalità adeguate, in progetti “esemplari”che promuovano il lavoro come strumento imprescindibile per favorire l’integrazione, anche sociale, degli immigrati e che possano rappresentare un modello di intervento sul tema. Risorse La Fondazione mette a disposizione fino a 3,5 milioni di euro, in funzione della qualità delle proposte ricevute. Due gli ambiti di intervento individuati. Il primo è il contrasto a tratta e sfruttamento lavorativo e sessuale (fino a un massimo di 1,5 milioni di euro): saranno selezionate solo le idee progettuali in grado di proporre soluzioni realmente efficaci e innovative nei confronti di immigrati vittime di tratta, sfruttamento lavorativo e sessuale, affinché vengano affiancati e sostenuti in un percorso di emersione e affrancamento, che permetta loro di raggiungere piena inclusione e integrazione sociale. Il secondo ambito è la valorizzazione di esperienze associative e di lavoro, anche autonomo (fino a un massimo di 2 milioni di euro): Con il Sud identificherà le proposte in grado di valorizzare il ruolo protagonista degli immigrati nella crescita della cultura democratica e sociale e nello sviluppo socio-economico del Paese. Domande Le idee devono essere presentate on-line alla Fondazione entro il 3 luglio, illustrando sinteticamente l’intervento proposto, l’innovatività della metodologia da applicare, indicando i beneficiari e i partner, con particolare riferimento all’organizzazione di immigrati coinvolta. Gli interventi dovranno essere realizzati nelle sei regioni meridionali: Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia. La valutazione delle idee terrà conto di aspetti come l’innovatività, il contributo in termini di opportunità di integrazione e inserimento offerte agli immigrati, il partenariato coinvolto. La Fondazione provvederà, dopo un processo di verifica e valutazione di tutte le idee considerate ammissibili, alla pre-selezione di quelle ritenute più in linea con lo spirito dell’iniziativa. Le idee pre-selezionate dovranno essere convertite in progetti esecutivi attraverso la presentazione di una proposta di progetto più dettagliata e completa.