Nuove strategie diagnostiche Bando da 76 milioni di euro

79

Più di 76,5 milioni di euro per sostenere progetti di ricerca sulle nuove strategie diagnostiche, terapeutiche e clinico assistenziali, presentati dai ricercatori del Servizio sanitario nazionale e da giovani ricercatori di Più di 76,5 milioni di euro per sostenere progetti di ricerca sulle nuove strategie diagnostiche, terapeutiche e clinico assistenziali, presentati dai ricercatori del Servizio sanitario nazionale e da giovani ricercatori di età inferiore ai 40 anni. E’ il budget messo a disposizione dal nuovo bando del ministero della Salute per la selezione di interventi da finanziare all’interno di nove aree disciplinari: dismetabolismo e patologie cardiovascolari, oncologia, patologie neurologiche, infezioni ed immunità, nuove biotecnologie, sicurezza alimentare e benessere animale, patologie di origine ambientale, sicurezza negli ambienti di lavoro e patologie occupazionali, problematiche metodologiche, epidemiologiche, socio-economiche, organizzative e gestionali emergenti di rilevanza sanitaria connesse alle altre aree. Risorse Almeno il 50 per cento dei fondi è riservato a progetti clinico–assistenziali; le restanti risorse vanno a progetti di ricerca biomedica traslazionale. Il bando prevede due procedure distinte, una per la ricerca finalizzata e una per i giovani ricercatori. Cinque categorie Cinque le categorie di progetti corrispondenti a quattro diverse procedure di valutazione. In ognuna di esse possono essere presentati progetti sia biomedici che clinico-assistenziali. La prima è quella dei progetti ordinari di ricerca finalizzati, ovvero progetti biomedici e clinico-assistenziali non rientranti nelle successive sezioni che abbiano una richiesta di finanziamento non inferiore a 150mila euro e non superiore a 450mila euro e che prevedano un massimo di 3 unità operative. Ci sono, poi, i progetti ordinari presentati da giovani ricercatori di età inferiore ai 40 anni, con una richiesta di finanziamento anche qui compresa tra i 150mila e i 450 mila euro e una previsione massima di tre unità operative. La terza categoria è quella dei programmi di rete (Pr), ovvero programmi di ricerca svolti da studiosi appartenenti a un’istituzione che intenda attivare reti di ricerca traslazionale e clinica ad elevato impatto per il Sistema sanitario nazionale. I progetti di rete possono prevedere da 3 a 5 partner che opereranno attraverso specifici “working packages” con un finanziamento massimo di 3.050.000 euro. La quarta linea di intervento riguarda i progetti presentati da ricercatori appartenenti al Sistema sanitario nazionale in collaborazione con ricercatori di nazionalità italiana ma residenti e operanti all’estero . Questi progetti, per i quali è indicata una richiesta di contributo compresa tra i 150 e i 450mila euro, possono prevedere una quota non superiore al 30 per cento del finanziamento per i necessari spostamenti sia verso l’Italia che verso il Paese di residenza del ricercatore operante all’estero. Infine ci sono i progetti presentati da ricercatori appartenenti al Sistema sanitario nazionale che possono contare su un cofinanziamento privato garantito da aziende con attività in Italia e finalizzato a garantire sviluppi di idee o prodotti. Cofinanziamento e scadenza Per i progetti di tipo clinico-assistenziale vincitori il ministero della Salute si farà carico del 50 per cento della somma necessaria per il finanziamento; il restante 50 per cento dovrà essere garantito dalla Regione dove il progetto è stato presentato e opera il ricercatore. I progetti di ricerca in forma completa vanno presentati entro il 24 settembre alle ore 17 solo via web attraverso la pagina del Workflow della ricerca 2.0 (http://ricerca.cbim.it/index.html)


Risorse complessive 76,5 milioni di euro Ripartizione 50% dei fondi per i progetti clinico–assistenziali 50% per progetti di ricerca biomedica traslazionale Contributo minimo 150mila euro Contributo massimo 3.050.000 euro (per progetti di rete) Le categorie Progetti ordinari di ricerca finalizzati Progetti ordinari presentati da giovani ricercatori di età inferiore ai 40 anni Programmi di rete Progetti in collaborazione con ricercatori italiani residenti all’estero Progetti con cofinanziamento privato Scadenza Ore 17 del 24 settembre
C_17_bandi_98_listaFile_itemName_0_file.pdf