Premio Biagio Agnes, sabato 25 i vincitori. Prima della cerimonia focus sulle donne nel futuro dell’Italia

85
in foto Simona Agnes

La Cerimonia di premiazione della XIV edizione del Premio Biagio Agnes – Premio Internazionale del Giornalismo e dell’Informazione che si terrà per la prima volta a Roma, nella  Piazza del Campidoglio, il prossimo sabato 25 giugno, sarà preceduta dall’incontro “Con le donne verso il futuro dell’Italia”, in programma alle ore 11 nella Sala Pietro da Cortona dei Musei Capitolini.
L’evento, promosso dalla Fondazione Biagio Agnes, nasce per discutere del ruolo e delle competenze femminili nel mondo del lavoro con un focus sulla formazione e sulle aziende familiari in cui le donne imprenditrici hanno raggiunto posizioni apicali. All’incontro,  moderato dalla giornalista Lina Palmerini (Il Sole 24 ore) e con la partecipazione di Gigi Marzullo, interverranno, dopo i saluti istituzionali di Alessandro Onorato, Assessore ai Grandi Eventi, Sport, Turismo e Moda di Roma Capitale, Agnese Pini, Direttrice de La Nazione, Alessandra Baronciani, Presidente Confindustria Pesaro Urbino, Stefania Brancaccio, Vice Presidente COELMO Spa, Anna Loretoni, Professoressa Ordinaria di Filosofia Politica e Preside della Classe di Scienze Sociali della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa.
“Con questo incontro il Premio Biagio Agnes volge anche quest’anno la propria attenzione al mondo professionale femminile, per riconoscere il valore delle donne e contrastare ogni discriminazione di genere, nella consapevolezza che una società matura è quella che garantisce una piena parità. La Fondazione Biagio Agnes è da sempre impegnata in prima linea nella valorizzazione dei tanti talenti delle donne e delle loro capacità: tenacia e determinazione, sensibilità e attitudine a fare squadra sono da sempre qualità che caratterizzano le donne in ogni settore professionale”, spiega Simona Agnes, Presidente della Fondazione Biagio Agnes“crediamo fermamente che si debbano creare occasioni per aprire una approfondita riflessione sul ruolo femminile nel mondo del lavoro, soprattutto ora che la pandemia ha ulteriormente contribuito ad allargare il gap di genere”.
Istituito nel 2009 con l’obiettivo di tutelare e promuovere il giornalismo ‘di fonti e notizie’, richiamando quei valori di serietà e accuratezza che hanno guidato la vita e il lavoro di Biagio Agnes, il Premio anche nel 2022, in continuità con le precedenti edizioni, vuole raccontare l’attualità in ogni sua parte, come strumento essenziale per interpretare la società globale in continua trasformazione.

I patrocini
Camera dei deputati, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Sotto l’Alto Patrocinio del Parlamento europeo, Ministero della Cultura, Regione Lazio, Roma Capitale, Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, Federazione Nazionale della Stampa Italiana, Unione Sindacale Giornalisti Rai, Unione Cattolica della Stampa Italiana.

La giuria
La giuria del “Premio Biagio Agnes” è composta da: Gianni Letta (Presidente), Giulio Anselmi, Carlo Bartoli, Vincenzo De Luca, Stefano Folli, Luciano Fontana, Carlo Fuortes, Paolo Garimberti, Guido Gentili, Giampiero Gramaglia, Luigi Gubitosi, Paolo Liguori, Pierluigi Magnaschi, Massimo Martinelli, Giuseppe Marra, Antonio Martusciello, Monica Mosca, Agnese Pini, Antonio Polito, Aurelio Regina, Carlo Robiglio, Danda Santini, Marcello Sorgi, Fabio Tamburini e Mons. Dario Edoardo Viganò.