Roberto Napoletano nuovo direttore del Mattino

124
in foto Roberto Napoletano

A decorrere dal prossimo 4 maggio, Roberto Napoletano sarà il direttore del quotidiano Il Mattino. Lo annuncia – in una nota pubblicata stasera sul quotidiano napoletano -, Caltagirone Editore. Nato a La Spezia nel 1961 da una famiglia di origini irpine, Napoletano entra in giornalismo giovanissimo. A diciassette anni scrive su Napoli Oggi, il settimanale fondato dall’ex direttore del Mattino Orazio Mazzoni. Nel 1983 è nel Napoli Notte di Gino Grassi e un anno dopo è  assunto dal Mattino, per il quale cura da caposervizio il supplemento Lettera Sud, prima di diventare responsabile dell’economia. Nel 1994-1995 è capo del servizio economico del quotidiano L’Informazione. Nel 1996 approda a Il Sole 24 Ore come caposervizio, poi caporedattore dell’economia italiana e infine vicedirettore presso la redazione romana. Il primo febbraio 2006 assume la direzione del Messaggero di Roma dopo esserne stato condirettore dal 1º settembre 2005. Durante la sua direzione, la più lunga dell’era Caltagirone, ha riproposto le inchieste in prima pagina a puntate (per esempio le nuove schiave, le baby cubiste e il merito negato), per le quali ha ricevuto il premio speciale Saint Vincent, ha rinnovato “dillo al Messaggero” e inventato il format della “parola chiave”. In questo periodo segnato da due elezioni politiche (Prodi – Berlusconi e Berlusconi – Veltroni), da due amministrative a Roma (Veltroni – Alemanno e Alemanno – Rutelli) e da una regionale (Polverini – Bonino) è l’unico giornalista presente a entrambe le puntate di Porta a Porta dedicate all’intervista a Berlusconi e Veltroni. Dal 23 marzo 2011 all’ottobre 2016 è direttore de Il Sole 24 Ore, in sostituzione di Gianni Riotta; dal 1º marzo 2012 è direttore editoriale del gruppo multimediale 24 ORE, dal 19 giugno 2013 è anche direttore dell’agenzia di stampa Radiocor, di Radio24 e di Guida al Diritto. Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, con decreto del 23 dicembre 2014, gli conferisce l’onorificenza di commendatore della Repubblica Italiana. Dall’aprile 2019 assume la direzione editoriale del Quotidiano del Sud e vara contestualmente l’edizione nazionale della testate che fino ad allora si strutturava su base regionale con edizioni in Calabria, Basilicata e Campania.
Durante la sua attività professionale ha collaborato con varie testate, tra le quali Corriere della SeraIl Mondo e Mondo Economico, è stato autore di diversi programmi televisivi e radiofonici della Rai, e ha tenuto interventi e lectio su temi economici, meridionalistici e sociali in diversi seminari, corsi accademici di economia e Business School.
Oltre alla carriera giornalistica, che gli ha valso diversi riconoscimenti tra cui il premio Guido Carli, il premio internazionale di giornalismo civile, il premio speciale Saint Vincent di giornalismo per le inchieste in prima pagina (2007), il premio Biagio Agnes e il Premio Capalbio, Roberto Napoletano ha scritto diversi saggi e libri tra cui vale la pena citare: Fatti per vincereSe il Sud potesse parlare in più edizioni, entrato anche nelle scuole, Mezzogiorno, risorsa nascostaPadroni d’ItaliaFardelli d’ItaliaPadroni e Fardelli d’ItaliaPromemoria italiano Viaggio in ItaliaNuovo Viaggio in Italia.