Tobia “I farmacisti delle ‘zone rosse’ sono degli eroi”

126

“Credo che le farmacie stiano svolgendo un ruolo fondamentale e indispensabile: sono presenti su tutto il territorio nazionale con un sistema capillare che pari non ha e danno tutte le indicazioni per fronteggiare al meglio un’emergenza nazionale che purtroppo sta dilagando in maniera preoccupante”. Il segretario nazionale di Federfarma, Roberto Tobia, loda il lavoro delle farmacie italiane, soprattutto nelle regioni del Nord più colpite dal dilagare del Covid-19, considerato ora dall’Oms come pandemia. “Il mio pensiero – spiega Tobia in un forum nella sede romana dell’agenzia Italpress – va a tutte le farmacie delle ‘zone rosse’, che davvero hanno rappresentato un’argine fondamentale, veri eroi al servizio del cittadino. Hanno dimostrato disponibilità nei confronti della gente, prolungando l’orario di apertura e rendendosi disponibili a continuare un lavoro in condizioni molto spesso disagiate”. Per Tobia esiste un rischio che, qualora si fermi tutta la catena di distribuzione, possa venir meno o scarseggiare la fornitura di alcuni farmaci: “Le raccomandazioni e notizie che arrivano da Farmindustria e Assogenerici ci dicono che esistono scorte ancora per tre mesi ma potrebbero esserci delle mancanze del principio attivo. E’ un pericolo che purtroppo esiste e dobbiamo prevedere di dover affrontare nel prossimo futuro, non per tutelare le farmacie ma i cittadini che hanno bisogno dei principi attivi per patologie croniche o per mantenere lo stato di salute”. Tobia ha poi annunciato che la Federfarma ha sottoscritto oggi un accordo di collaborazione con la Croce Rossa Italiana per garantire la consegna a domicilio dei farmaci a favore di soggetti anziani, non autosufficienti ovvero con sintomi o affetti o in quarantena da virus Covid-19.

“Il servizio – sottolinea il segretario nazionale di Federfarma – verra’ effettuato da personale della Croce Rossa in divisa, che provvedera’ a ritirare la ricetta dal medico e a consegnarla nella farmacia piu’ vicina o in quella indicata dal pazienze stesso, per ritirare il farmaco e consegnarlo in busta chiusa ai soggetti interessati”. L’accesso al servizio avviene esclusivamente tramite il numero verde 800.065.510, attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7 e l’utente puo’ richiedere al personale della Cri l’emissione dello scontrino fiscale parlante, fornendo i dati della tessera sanitaria o del codice fiscale. Il servizio e’ gratuito e l’utente deve sostenere solo i costi legati all’acquisto del farmaco ovvero al pagamento del ticket. Il servizio di consegna di farmaci a domicilio da parte di Cri in collaborazione con Federfarma verra’ svolto per tutta la durata dell’emergenza sanitaria, temporaneamente prevista dal Governo fino al 3 aprile 2020.
(ITALPRESS).

L’articolo Tobia “I farmacisti delle ‘zone rosse’ sono degli eroi” proviene da Italpress.