Trucco: a cosa serve il correttore?

33

Il correttore è ormai divenuto il migliore amico di ogni donna appassionata di trucco. Avere una pelle liscia e dall’incarnato omogeneo è il sogno di tutte e, per questo, oggi esistono diversi prodotti per ottenere tali risultati.

A cosa serve il correttore

Il correttore è un prodotto cosmetico in grado di coprire e nascondere quelle piccole imperfezioni della pelle e di omogeneizzare l’incarnato. Quindi sì al correttore, in caso di occhiaie o inestetismi. Per ottenere il miglior risultato possibile, però, bisogna fare attenzione a scegliere il prodotto giusto per il proprio viso e le proprie richieste. Per un trucco perfetto, servono i prodotti giusti.

Come scegliere il correttore

Quando si vuole acquistare un correttore per coprire le imperfezioni, la prima cosa da sapere è che tipologia di inestetismo vogliamo andare a nascondere.

Esistono diverse tipologie di inestetismi o occhiaie:

  • occhiaie o inestetismi dai toni rossastri, sarà bene scegliere un correttore verde. Il verde andrà a spegnere il rossore causato ad esempio da acne, brufoli, bolle, capillari spezzati o anche couperose, rendendo l’incarnato omogeneo e luminoso;
  • occhiaie o inestetismi dai toni violacei, è consigliabile un correttore dai toni gialli, che vada a coprire i piccoli lividi;
  • occhiaie o inestetismi dai toni blu, è preferibile acquistare un correttore arancione. Questo colore è infatti in grado di neutralizzare i toni del blu, soprattutto presenti in caso di occhiaie molto pronunciate;
  • occhiaie o inestetismi lievi e non troppo visibili, sarà sufficiente un correttore color carne, di mezza tonalità più chiaro rispetto a quella della propria pelle.

Oltre a scegliere la giusta tonalità di colore, è importante scegliere anche la giusta texture. Per le donne più mature sono consigliati correttori leggeri, in grado di aderire perfettamente alla pelle e alle piccole rughette, garantendo una copertura ottimale e facendo apparire immediatamente più giovane il volto. Per le pelli più giovani, invece, i correttori stick vanno benissimo, perchè la consistenza pastosa coprirà alla perfezione ogni inestetismo, senza il rischio di evidenziare rughe.

Come si applica il correttore

Al contrario di quanto si pensava tempo fa, il correttore non si applica per primo, anzi!

Prima di tutto bisogna preparare una buona base per il trucco, partendo dal primer, che chiuderà i pori e levigherà la pelle, permettendo una resa migliore del trucco.

Poi si stenderà il fondotinta e, infine, dopo aver scelto il miglior correttore, con questo si copriranno tutti i difetti ancora evidenti. Per stendere il correttore si consiglia l’utilizzo di un pennello piatto oppure di uno sfumino, ben puliti. Se necessario, si possono applicare anche più strati di correttore, fino a ottenere l’effetto desiderato.

Per assicurarsi la tenuta del trucco e del correttore, applicare alla fine un sottile velo di cipria neutra, con l’aiuto di un pennello molto morbida che non vada a spostare o rovinare il trucco sottostante.