Turismo, diversificare l’offerta: 1,7 mln dall’Ue

35

La Commissione Europea apre all’interno del programma Cosme un bando diviso in tre temi, con una scadenza unica: il 30 giugno

Il contributo può coprire fino al 75% delle spese ammissibili per un massimo di 250mila euro (saranno finanziati circa 8 progetti)

Un budget di 1,7 milioni di euro per la promozione di prodotti turistici tematici transnazionali che consentano di diversificare l’offerta. La Commissione europea ha aperto, all’interno del programma Cosme, un bando diviso in tre temi, per uno stanziamento complessivo di 4,3 milioni di euro, e una scadenza unica: il prossimo 30 giugno.

Tema 2

Alla diversificazione dell’offerta è dedicato il secondo tema del bando che punta a rafforzare la cooperazione transnazionale in materia di turismo sostenibile; migliorare le competenze gestionali degli enti pubblici o privati incaricati di sviluppare prodotti tematici sostenibili; accrescere la diffusione sul mercato e la visibilità dell’offerta europea di turismo transnazionale attraente sostenibile; migliorare la valorizzazione del patrimonio naturale, culturale e industriale europeo e del suo potenziale; sostenere la rigenerazione economica e la creazione di occupazione in regioni (post) industriali in declino; favorire le sinergie tra il turismo e le attività collegate allo sport o al benessere.

Azioni

Le proposte progettuali devono riguardare prodotti turistici transnazionali sostenibili (quali itinerari, percorsi, offerta turistica) che siano centrati su uno o entrambi gli assi individuati dal bando: attività collegate a sport o benessere in sinergia con aree-patrimonio naturale; temi collegati al patrimonio culturale o industriale. Nel primo caso saranno considerati ammissibili progetti riguardanti itinerari, percorsi o offerte turistiche transnazionali in aree naturali centrati sul trekking, il cicloturismo, i percorsi con attività all’aperto, gli itinerari a cavallo, gli itinerari collegati a qualche evento sportivo. Per il secondo asse potranno essere proposti progetti riguardanti offerte collegate a cammini culturali o spirituali/religiosi, combinazione di patrimonio industriale e industria vivente (visita alle imprese e al loro museo), prodotti riguardanti personaggi storici ben conosciuti (europei o che hanno vissuto in Europa) o eventi o luoghi europei (turismo della memoria, ad esempio, relativo alle guerre mondiali, le tappe dell’integrazione europea), itinerari collegati ai beni di lusso/prodotti creativi (come moda, profumi), itinerari gastronomici con una storia europea.

Prodotti innovativi

In entrambi i casi le proposte progettuali devono sostenere attività innovative e sostenibili. In particolare devono evidenziare quale aspetto di sostenibilità intendono sviluppare: ad esempio l’uso responsabile delle risorse naturali, il tener conto dell’impatto ambientale delle attività (come la produzione di rifiuti che genera, la pressione sulle acque, la terra e la biodiversità), l’uso di energia pulita, la protezione del patrimonio e la preservazione dell’integrità naturale e culturale della destinazione coinvolta, la qualità e la sostenibilità dei lavori creati.

Beneficiari

I beneficiari potranno essere autorità pubbliche governative (nazionali regionali o locali) e loro associazioni a livello europeo, internazionale, nazionale, regionale e locale, e enti che agiscono per loro conto; istituti di istruzione e di formazione, comprese università e centri di ricerca; Camere di commercio, industria e artigianato e loro associazioni; agenti di viaggio e tour operator; organizzazioni senza fini di lucro (pubbliche o private), Ong, organizzazioni della società civile, fondazioni, think-tank, associazioni ombrello, reti/federazioni di enti pubblici o privati la cui attività principale ricada nei campi del turismo e delle politiche per lo sviluppo regionale o in altri campi strettamente collegati ai temi del bando (organizzazioni per la disabilità e la beneficienza, organizzazioni che si occupano di giovani o anziani, sport o cultura); federazioni e associazioni che operano in partnership fra più paesi confinanti con una dimostrata dimensione transfrontaliera; Pmi che operano nel settore del turismo; organizzazioni nazionali, regionali e locali per il turismo, agenzie pubbliche e private che si occupano di promozione turistica. La proposta progettuale deve essere portata avanti da un partenariato strategico transnazionale di almeno 5 partner provenienti da almeno 4 diversi Paesi ammissibili.

Contributo

Il contributo comunitario può coprire fino al 75 per cento delle spese ammissibili per un massimo di 250mila euro (saranno finanziati circa 8 progetti). La durata massima prevista per i progetti è di 12-18 mesi. Le proposte vanno inviate in formato elettronico entro le ore 17 del prossimo 30 giugno.


Risorse complessive

1,7 milioni di euro

Contributi

Fino a 250mila euro a progetto

Cofinanziamento

Fino al 75% delle spese ammissibili

Gli assi individuati dal bando

Attività collegate a sport o benessere in sinergia con aree-patrimonio naturale

Temi collegati al patrimonio culturale o industriale

Scadenza

Ore 17 del prossimo 30 giugno

Il contributo comunitario può coprire fino al 75 per cento delle spese ammissibili per un massimo di 250mila euro (saranno finanziati circa 8 progetti). La durata massima prevista per i progetti è di 12-18 mesi.

Scarica il decreto