“Photorama”, riciclo dei pannelli solari: l’Enea nel progetto europeo

21

Recuperare dai pannelli fotovoltaici ormai da buttare quasi il 100% dei materiali con un alto grado di purezza per costruirne di nuovi sviluppando soluzioni innovative in grado di creare una filiera industriale europea di produzione in un’ottica di economia circolare. E’ l’obiettivo principale del progetto Ue Photorama, finanziato dal programma Horizon2020 con 8,4 milioni di euro, che vede la partecipazione di 13 tra istituti di ricerca e aziende europee, tra cui Eneaed Enel Green Power per l’Italia e l’ente francese Cea nel ruolo di coordinatore. Lo rende noto il periodico online ENEAinform@. “La tecnologia che svilupperemo grazie a questo progetto – spiega Massimo Izzi, responsabile per Enea del progetto e ricercatore del Laboratorio Ingegneria per l’Industria Fotovoltaica – permettera’ di il acquisire dai grado pannelli a fine vita quasi dei materiali e con un di purezza mai raggiunto prima. Oggi non esiste nessun processo industriale al mondo che sia in grado di fare cio’. Centrare questo obiettivo aiuterebbe l’intera industria solare a compiere un enorme passo in avanti rispetto agli attuali standard di riciclo e, soprattutto, a ridurre la dipendenza dell’Europa dalle importazioni di materie prime”.