Prezzo delle case giù, -5,3% rispetto al 2012

27

Nuovo calo dei prezzi delle abitazioni: nel terzo trimestre 2013 i prezzi delle case acquistate dalle famiglie italiane, per fini abitativi o per investimento, scende dell’1,2% rispetto al trimestre precedente e Nuovo calo dei prezzi delle abitazioni: nel terzo trimestre 2013 i prezzi delle case acquistate dalle famiglie italiane, per fini abitativi o per investimento, scende dell’1,2% rispetto al trimestre precedente e del 5,3% su base annua. A rilevarlo è l’Istat sulla base delle stime preliminari. La flessione congiunturale registrata nel terzo trimestre è l’ottava consecutiva ed è di ampiezza doppia rispetto a quella rilevata nel secondo (-1,2% rispetto a -0,6%). Si tratta di un andamento, secondo quanto spiegato dall’Istat, che va ascritto in parte a fattori stagionali. La diminuzione dei prezzi su base annua pari al 5,3%, pur essendo la settima consecutiva, presenta un valore più contenuto di quello registrato nel trimestre precedente (-5,9%). Il calo congiunturale è dovuto soprattutto alle diminuzioni dei prezzi delle abitazioni esistenti (-1,3%), mentre per quanto riguarda le case nuove si registra solo un -0,5%. La tendenza è la stessa su base annua con la diminuzione dei prezzi delle abitazioni esistenti del 6,8% e un calo per quelle di nuova costruzione del 2,0%. Perdura quindi un quadro in cui i prezzi subiscono grandi diminuzioni, sia per quanto riguarda le case già esistenti (il calo nel primo e nel secondo trimestre 2013 era rispettivamente di -8,1 e -7,6%) sia per quelle di nuova costruzione (-2,2% nel secondo trimestre).