Resistenza antibiotica, a Napoli il decimo congresso nazionale della Sita

33
in foto Matteo Bassetti

Inserire nel programma scolastico di educazione civica alcuni percorsi legati all’educazione alla salute, in modo tale da spiegare ai ragazzi come evitare la resistenza agli antibiotici. A proporlo e’ la Societa’ italiana di terapia antinfettiva (Sita) in occasione del suo decimo congresso nazionale, in corso a Napoli. “E’ necessario tornare a insegnare le buone regole dell’igiene, che sono il primo baluardo per arginare la diffusione di infezioni da batteri resistenti agli antibiotici, e del buon uso degli antibiotici”, spiega Matteo Bassetti, direttore della clinica di Malattie infettive dell’Azienda sanitaria universitaria di Udine e nuovo presidente della Sita. La sua nomina e’ avvenuta all’unanimita’ del Consiglio direttivo: prende il posto di Claudio Viscoli, che lascia per sua scelta la carica ma che diventa presidente onorario. Bassetti ha anche colto l’occasione per lanciare un “secondo appello”, rivolto “ai governi e alle Istituzioni perche’ trovino soluzioni per premiare le aziende farmaceutiche che investono in ricerca e sviluppo di nuovi antibiotici”. “Oggi – ha detto – assistiamo alla ‘globalizzazione’ dei batteri resistenti: questi microrganismi si spostano con le persone colonizzate e con i pazienti. Abbiamo estremo bisogno di antibiotici innovativi”.