Sciuè Il Panino Vesuviano, si punta su giovani e prodotti locali

143

Il burger store Sciuè Il Panino Vesuviano si è rifatto il look con un locale più bello e funzionale in via Boccaccio 16 a Pomigliano d’Arco. Lunedì 4 febbraio i fratelli Marco e Giuseppe De Luca (23 e 25 anni), insieme al padre Mauro, hanno presentato alla stampa il nuovo Sciuè, il menù invernale con le novità del mese e la folta squadra di lavoro, tutti giovani. Il fattore umano è la risorsa principale sulla quale investono, soprattutto per la scelta del personale con il quale si condividono molte ore lavorative giornalmente, visto che il burger store è aperto tutti i giorni, sia a pranzo che a cena. Il loro è un format giovane che cavalca la tendenza del momento.
Nel corso della serata è stato presentato il progetto per il ritorno dei giovani all’agricoltura e alcuni dei fornitori protagonisti dei panini dell’attuale menù. Tutti scelti per l’impegno investito nel portare avanti i prodotti agro alimentari storici dei territori della Campania, con prevalenza dell’areale vesuviano. Tutti lavorano secondo principi di sostenibilità ambientale e rotazione delle colture, nel rispetto della micro biodiversità dei suoli. Presenti Manuel Lombardi dell’azienda agricola Le Campestre di Castel di Sasso, alto casertano, dove si produce il formaggio conciato romano, presìdio Slow Food, Antonietta Melillo, produttrice della cipolla di Alife, presidio Slow Food e simbolo di rinascita dell’agricoltura nel territorio alifano, l’enologo Andrea Matrone, protagonista del lavoro di recupero e valorizzazione delle vecchie vigne di famiglia a Boscotrecase, Raffaele Sodano, dell’azienda agricola Bruno Sodano, che ha raccontato l’agricoltura di resistenza condotta dalla sua famiglia a Pomigliano d’Arco.
Tra le novità in menù, Egg Love, il panino di San Valentino con panino al sesamo, funghi pioppini, uovo a cuore, hamburger di scottona podolica, Lingotto formaggio del caseificio La Teresina dell’Alto Casertano, in abbinamento birra artigianale Cubulteria del Birrificio Karma.
Sempre nel menù invernale presentato alla stampa c’è Friariè, panino con friarielli vesuviani, hamburger di suino nero casertano, provola fresca, patate di Avezzano, in abbinamento birra artigianale Reale Ambrata del birrificio Birra del Borgo.