Treccani celebra giovedì 21 a Roma la “giornata mondiale della poesia”

33

Roma, 17 mar. (askanews) – In occasione della Giornata mondiale della Poesia la Fondazione Treccani Cultura promuove a Roma un evento per ridare attenzione a un’arte che – in una epoca segnata da eventi mediatici con alto quoziente di scandalo e conseguente eco giornalistico e televisivo – sembra essere ingiustamente sottovalutata. “Saba”, prodotto dal Teatro Stabile del Friuli-Venezia Giulia, e interpretato da Mauro Covacich, è in programma il 21 marzo alle ore 18 presso la sala Igea dell’Istituto della Enciclopedia Italiana in piazza della Enciclopedia Italiana 4, con ingresso libero fino a esaurimenti posti.

Un’occasione importante per capire se la “crescente marginalità del genere letterario poesia, o più semplicemente una sua vera e propria decadenza”, secondo l’opinione di Alfonso Berardinelli, è davvero inevitabile.

“L’espressione poetica – ha dichiarato Massimo Bray, Direttore Generale della Treccani e grande amante della poesia – può certamente recuperare il posto centrale che ha occupato nel Novecento perché è in grado di svolgere un ruolo di comunicazione sociale che, in anni difficili come quelli che viviamo, ci aiuta a interpretare la realtà che ci circonda. Per questo abbiamo promosso lo spettacolo con Mauro Covacich, uno degli interpreti più appassionati e competenti dell’espressione poetica”.