Fisica, l’Europhysics Prize 2018 a ricercatori italiani

51

Lucio Braicovich e Giacomo Ghiringhelli del Politecnico di Milano sono stati premiati a Berlino dalla Condensed Matter Division della Società Europea di Fisica con il prestigioso Europhysics Prize per “lo sviluppo e l’esplorazione scientifica della diffusione anelastica risonante dei raggi X (Resonant Inelastic X-ray Scattering, RIXS) ad alta risoluzione”. La tecnica RIXS – spiega Polimi in una nota – consiste nell’analizzare in modo molto accurato l’energia perduta dai raggi X quando “rimbalzano” contro un materiale di cui si vogliono studiare le proprietà microscopiche utilizzando la radiazione prodotta dai moderni sincrotroni. Gli strumenti progettati, costruiti e utilizzati dai Proff. Braicovich e Ghiringhelli negli ultimi venti anni sono unici al mondo per risoluzione, sensibilità e qualità complessiva e hanno permesso di realizzare studi di importanza fondamentale nel campo della fisica dei solidi. In particolare, in collaborazione con i migliori esperti a livello mondiale, i due studiosi hanno determinato proprietà inattese della struttura magnetica ed elettronica dei superconduttori ad alta temperatura critica, basati su rame e ossigeno, i cuprati. Il premio riconosce che i due ricercatori italiani hanno aperto una nuova strada nella fisica sperimentale, dimostrando l’effettiva realizzabilità di misure comunemente considerate interessanti ma impossibili. Inoltre, i loro risultati sui superconduttori sono estremamente rilevanti per la comprensione di questi materiali che a trent’anni dalla loro scoperta risultano ancora misteriosi a livello teorico. La tecnica RIXS è considerata molto promettente per studi di fisica dei solidi e delle molecole e per questo i migliori sincrotroni di tutto il mondo stanno studiando e realizzando nuovi strumenti.