Salerno Mobilità cambia proprietario ma non perde l’autonomia

65
In foto Massimiliano Giordano, amministratore unico di Salerno Mobilità
Salerno Mobilità non sarà oggetto di alcuna dismissione o fusione societaria. Lo rivela Massimiliano Giordano, avvocato e amministratore unico della partecipata comunale che si occupa di viabilità e parcheggi. “L’operazione di razionalizzazione delle partecipazioni al vaglio del Comune di Salerno – dichiara Giordano – prevede, per semplificare, un mero trasferimento di partecipazioni (proprietà delle quote azionarie) dal Comune di Salerno alla Holding Salerno Energia, che amplierebbe il ventaglio di partecipazioni societarie già gestite per conto del Comune di Salerno. Salerno Mobilità continua ad esistere ed il Comune continua ad esercitare il controllo/direzione su di essa, ma attraverso la propria Holding come avviene già per Salerno Sistemi SpA, per fare un esempio”.
Secondo il numero uno di Salerno Mobilità  “la finalità di tale ipotesi è proprio di rendere più efficiente il controllo e la direzione delle partecipate utilizzando lo strumento di una società cosiddetta strumentale: la Holding pubblica con la mission della gestione delle partecipazioni comunali. Nessuna necessità di bando dunque, e il codice degli appalti non centra nulla, perché non si deve affidare nessun servizio. Si stà applicando il TU Madia sulle partecipate, che impone agli enti locali non di dismettere  ma di procedere ad un riassetto organizzativo delle proprie partecipazioni, al fine dell’efficientamento delle stesse”.