Scuola, la guida sicura entra in aula per 10mila studenti della Campania

28

Cento istituti, 400 scuole e oltre 10mila studenti della Campania hanno partecipato alla sesta edizione di “Sii Saggio, Guida Sicuro”, un progetto itinerante promosso dall’associazione Meridiani per educare i giovani delle scuole secondarie di primo e secondo grado al rispetto del codice della strada. Il trentesimo e conclusivo evento di questa campagna sulla sicurezza stradale, che ha coinvolto tutte e 5 le province campane, si è svolto stamattina nella basilica di San Giovanni Maggiore, a Napoli, con il coinvolgimento di oltre 500 studenti del capoluogo partenopeo. “Vogliamo lanciare un messaggio forte di sensibilizzazione perchè andare su strada, da ciclista, da motociclista, da autista e perfino da pedone non è solo un diritto ma anche una responsabilità – spiega all’agenzia Dire Alfonso Montella, presidente della commissione scientifica di Meridiani e professore di Sicurezza Stradale all’università di Napoli, Federico II -. Quando siamo su strada, tutti noi possiamo essere una fonte di pericolo per l’altro. Per i più giovani può essere molto bello acquisire una nuova forma di indipendenza che peò comporta anche una grande responsabilità’. I giovanissimi non sempre lo capiscono, quindi occorre dire una parola in più per sensibilizzare i nostri ragazzi”. Tra gli elementi di novità della campagna Sii Saggio, Guida Sicuro di quest’anno c’è la tavola rotonda di questa mattina con 500 studenti di tutte le età, che ha visto il coinvolgimento, tra gli altri, anche del questore di Napoli, Antonio De Jesu, del rettore dell’università Federico II, Gaetano Manfredi, della direttrice dell’ufficio scolastico regionale della Campania, Luisa Franzese, e dell’assessore comunale ai Giovani, Alessandra Clemente.