Universiadi, aggiudicati i lavori per l’impianto di Salerno

192
in foto Aurelio Tommasetti, rettore dell'Università degli Studi di Salerno

“Tra i 63 impianti in Campania da riammodernare per le Universiadi, il nostro è l’unico impianto per il quale siano già stati aggiudicati i lavori di ristrutturazione”. A parlare è il rettore dell’Università di Salerno, Aurelio Tommasetti, il cui ateneo ospiterà alcune delle gare, allenamenti e atleti della 30esima edizione delle Universiadi, in programma nel luglio 2019.
Al campus di Baronissi infatti si terranno le attività sportive programmate; mentre al campus di Fisciano, presso le residenze universitarie, sarà allestito il villaggio sportivo, dove alloggeranno gli atleti e il presidio ospedaliero per l’assistenza medica giornaliera. D’intesa con il prefetto Luisa Latella, commissario per le Universiadi, il Coni e la FISU, l’ateneo ha già avviato la fase di reclutamento del gruppo di volontari. “Abbiamo previsto – sottolinea – di mettere a disposizione le nostre risorse per l’assistenza medica ai 1500 atleti che ospiteremo in quello che sarà il Villaggio sportivo presso le residenze universitarie”. Fin dall’assegnazione della kermesse sportiva alla Campania, l’ateneo salernitano ha programmato le attività da realizzare “cofinanziando l’investimento con ingenti risorse proprie, per 3,1 milioni di Euro a fronte dei 2,5 di cofinanziamento previsti”.
Una scelta dettata, come spiega il rettore, dal fatto che “innanzitutto, abbiamo a cuore che la nostra Università ospiti nel Campus di Baronissi le previste gare di scherma”. “Desideriamo che si crei una cittadella sportiva, progettata interamente con le nostre competenze tecniche interne – afferma – Una cittadella fatta di impianti del tutto nuovi, e con quelli esistenti completamente ammodernati, da destinare poi ai nostri studenti e al territori”. L’attesa nel campus, fa sapere il rettore, “è grande e condivisa in modo unanime”.
“I nostri stessi studenti, organizzati nelle associazioni universitarie – aggiunge – dovranno collaborare alle diverse fasi operative”. “L’obiettivo è, da un lato, renderli consapevoli del valore socializzante di questa manifestazione sportiva – prosegue – dall’altro responsabilizzarli verso l’accoglienza dei numerosi partecipanti che, tra atleti, delegati e studenti, arriveranno per l’evento nei nostri Campus”. Sempre con Latella, l’ateneo salernitano ha già sottoscritto anche la convenzione quadro per il reclutamento dei volontari che permetterà agli studenti di svolgere il proprio tirocinio curriculare ed extracurriculare nell’ambito dell’evento. “Sosteniamo, programmando le nostre attività i bellissimi valori dello sport”, afferma.
L’Università di Salerno è composta da 16 Dipartimenti e, ai 75 corso di studio già presenti se ne aggiungono altri due a partire da quest’anno: la triennale in Discipline delle arti visive, della musica e dello spettacolo; la magistrale in Linguistica e didattica dell’italiano nel contesto internazionale. L’Università offre inoltre 13 Corsi di dottorato e 21 master. Nel campus di Baronissi c’è il Palazzetto dello Sport, con palestra polifunzionale con area di gioco di 1200 mq e piscina semiolimpionica. I posti letto nelle residenze attive del Campus di Fisciano sono 698; 82, invece a Baronissi.