Violentò 17enne in treno: arrestato

35

Bologna, 30 mar. (AdnKronos) – – La squadra mobile di Bologna ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip presso il Tribunale di Bologna, Alberto Gamberini, su richiesta del sostituto procuratore Roberto Ceroni, nei confronti di un 25enne originario del Marocco, ritenuto responsabile di violenza sessuale ai danni di una ragazza bolognese.

Era la mattina del 3 novembre dello scorso anno quando la giovane, di appena 17 anni, si è presentata in ospedale raccontando di essere stata violentata la notte precedente all’interno di un vagone fermo alla stazione centrale.

Le indagini avviate dalla squadra mobile di Bologna hanno consentito di appurare che la ragazza la sera precedente, mentre si trovava in piazza Aldrovandi in compagnia di suoi amici, era stata avvicinata da due uomini di origine maghrebina, tra i quali vi era il 25enne, che avevano iniziato a scherzare e parlare con il gruppetto di italiani. Poco dopo la ragazza si era accorta di non avere più con sé il cellulare, che gli era stato sottratto dal giovane, il quale, ingannandola, si era offerto di aiutarla a rintracciarlo.

Con la scusa della ricerca del cellulare, l’uomo ha attirato la ragazza all’interno di un vagone abbandonato, in una zona isolata della stazione centrale, dove l’ha costretta ad avere un rapporto sessuale. La ragazza ha cercato di liberarsi dalla presa del giovane, di chiedere aiuto, ma a nulla sono valse le suppliche. Tanto violenta è stata l’aggressione che la ragazza ha perso i sensi e si è risvegliata la mattina completamente nuda.

Le investigazioni hanno consentito di individuare l’uomo e raccogliere una serie di elementi probatori che hanno permesso all’autorità giudiziaria bolognese di emettere il provvedimento restrittivo.