Banda larga, Telecom vira a Sud
Patuano: 4mila nuove assunzioni

32

Vogliamo cablare tutta l’Italia con la banda ultralarga e partiremo dal Centro-Sud con un investimento che supera il miliardo di euro”. Lo dice l’ad di Telecom Marco Patuano alla vigilia della Vogliamo cablare tutta l’Italia con la banda ultralarga e partiremo dal Centro-Sud con un investimento che supera il miliardo di euro”. Lo dice l’ad di Telecom Marco Patuano alla vigilia della presentazione del piano industriale che sarà all’esame del cda il 19 febbraio. Il punto di partenza sono i progetti cofinanziati con fondi europei e nazionali in Calabria, Basilicata, Molise, Puglia, Lazio, Sicilia e Campania (la prima ad essere ultimata) con un’operazione che il manager prevede di chiudere entro metà 2016. “Telecom investirà complessivamente oltre un miliardo. Circa 550 milioni per realizzare le infrastrutture e altri 230 milioni per dare il servizio a banda ultralarga e velocità fra 30 e 100 mega” spiega Patuano. 4mila nuovi posti di lavoro al SudSe a questi interventi sommiamo gli investimenti già effettuati senza sovvenzioni pubbliche gli italiani raggiunti dalla banda ultralarga nelle sette regioni saranno 15,7 milioni, il 67,8% della popolazione locale. Con questo piano e anche grazie alle nuove regole introdotte dal Jobs act Telecom assumerà oltre 4 mila lavoratori e altrettanti posti saranno creati in maniera indiretta e in gran parte nelle stesse regioni“. In merito al nuovo piano “il gruppo presenterà un livello di indebitamento significativamente più basso che ci permette di recuperare una visione industriale di lungo termine sia in Italia che in Brasile“, conclude.