Ricercatori in azienda:
Italia Lavoro riapre il bando

29

Italia Lavoro riapre fino al prossimo 31 dicembre i termini (scaduti lo scorso 28 febbraio) di accesso ai finanziamenti del programma Fixo per l’Alto Apprendistato  (Formazione e innovazione per l’occupazione scuola e Italia Lavoro riapre fino al prossimo 31 dicembre i termini (scaduti lo scorso 28 febbraio) di accesso ai finanziamenti del programma Fixo per l’Alto Apprendistato  (Formazione e innovazione per l’occupazione scuola e università). La misura è dotata di risorse pari a 3 milioni di euro per le assunzioni di laureati e un milione per le assunzioni di dottori di ricerca di età compresa tra i 30 e i 35 anni. Le aziende riceveranno un contributo pari a 8 mila euro per ogni soggetto assunto con contratto di lavoro subordinato full time (a tempo indeterminato o determinato per almeno 12 mesi), e un eventuale contributo aggiuntivo, fino a 2 mila euro, per le attività di assistenza didattica individuale. Il finanziamento non è cumulabile con altre agevolazioni finalizzate all’assunzione erogati da Italia Lavoro; è, invece, cumulabile con contributi della stessa natura erogati da altri Enti pubblici a favore dello stesso lavoratore. Per essere ammessi al contributo è necessario che i dottori assunti non abbiano avuto con il soggetto beneficiario, nei 12 mesi precedenti la sottoscrizione del contratto, rapporti di lavoro subordinato la cui cessazione sia stata determinata da cause diverse dalla scadenza naturale dei contratti. La domanda potrà essere presentata unicamente attraverso il sistema informativo di progetto (piattaforma). L’assegnazione del finanziamento avverrà con procedura “a sportello”, seguendo cioè l’ordine cronologico di presentazione delle domande, dopo aver verificato il rispetto delle condizioni previste e l’assenza di cause di inammissibilità. L’erogazione del contributo potrà avvenire, a scelta dal soggetto beneficiario, secondo due modalità alternative: in un’unica soluzione anticipata, con erogazione assistita da garanzia fideiussoria bancaria o assicurativa, di durata pari ad almeno 24 mesi dalla data di assunzione, per l’intero ammontare del contributo richiesto; oppure in un’unica soluzione posticipata.