Coronavirus, Campania: per l’industria dei matrimoni si prevedono perdite per 2 mld

427

Sono circa 12mila le attività legate alla filiera del wedding in Campania che generano circa 1,5 miliardi di fatturato annuo. Se poi si aggiunge anche l’Home Design, con l’arredamento, il fatturato sale a 2 miliardi. È una stima delle cifre che si perderanno nel mondo che ruota intorno al settore matrimonio a causa dell’emergenza Covid19 che ha paralizzato la stagione più gettonata dalle feste di nozze. Il lockdown ha costretto a cancellato i piani delle coppie e anche il fatturato di stilisti di abiti da sposa, truccatori, parrucchieri, ristoratori, fotografi, fioristi e organizzatori di eventi. In Italia ogni anno sono circa 195.778 i matrimoni, con un giro di affari intorno ai 15 miliardi di euro. Oltre 203mila le attività legate alla filiera del wedding con 1 milione di lavoratori. Di queste aziende, circa 12 mila appunto si trovano in Campania, regione che ne conta il più grande numero sia in Italia che in Europa. Dei quasi due miliardi di fatturato annuo in Campania con 23.638 matrimoni, il 50 % lo si ha su Napoli.