Cosa fate voi nei momenti di difficoltà?

Chi avrebbe mai pensato che per dedicarsi veramente alla cucina, e con grande soddisfazione, servisse una chiusura forzata in casa? Per sconfiggere tutti gli stati emotivi creati dalla reclusione – ora solitudine, ora noia, ora poca creatività – mi sono dedicata alla forma d’arte più amata dalla nostra Napoli: quella culinaria.
Sulla maggior parte delle nostre tavole non è mai mancato un piatto caldo o freddo, semplice o composto, che abbiamo direttamente cucinato o alla cui preparazione abbiamo collaborato. Ma ora la situazione è diversa: cuciniamo per il gusto di farlo, per sperimentare ricette mai provate prima, per far contenti i propri cari anche solo per la durata del pasto.
È in situazioni come queste che utilizziamo i mezzi che abbiamo a disposizione come arma nelle difficoltà; e la mia in questo momento è il mestolo. Questo forse non basterà a risollevare l’umore di chi ci sta intorno, ma di certo funziona come una ‘’carezza’’ che è sempre ben gradita.
Riflettevo: nella vita ordinaria mi è difficile pensare a come far felici gli altri e contemporaneamente me stessa. Ma da quando abbiamo realizzato che saremmo stati tutti sotto lo stesso tetto, giorno e notte, fino a una data non definita, mi sono attrezzata e ho trovando il modo di farlo ai fornelli per il pranzo e per la cena. Almeno, ci sto provando.
Insomma, in momenti eccezionali accadono cose che in tempi normali non credi possano succedere: come vedere il lato positivo delle cose mentre intorno a te tutto sembra orientato a far crescere la preoccupazione e non sembra esserci una vicina via d’uscita.
Allo stesso tempo, non posso non pensare a chi non può permettersi di acquistare cibo sufficiente (la crisi ha peggiorato le cose) o a chi si ritrova lontano dai sui cari bloccati all’estero o comunque in un’altra città per osservare le misure di protezione dal virus. E mi rattrista non poco.
Quindi, seconda riflessione: di norma diamo per scontate molte cose, ci lamentiamo per tante altre, e in realtà non comprendiamo fino in fondo la fortuna che abbiamo nell’avere un tetto sopra la testa e persone che ci amano incondizionatamente.
Il più delle volte neanche ce ne accorgiamo. E invece cominciamo a fare caso ai momenti in cui riusciamo a essere felici e apprezziamoli come meritano. Anche perché da qualche parte c’è qualcuno che sogna una vita come la nostra, soprattutto ora.