Le notizie non gradite

78

In questi giorni molte piattaforme di comunicazione – quali instagram, facebook e altre – sono intasate da una notizia che ha sconvolto e ha lasciato a bocca aperta tanti ragazzi e non. Una donna milanese ha negato l’alloggio a una ragazza di Foggia perchè, afferma, non vuole affittare la casa ai meridionali: tutto questo a soli quindici giorni dalla stesura del contratto, lasciando la malcapitata senza casa e soprattutto senza parole. Per dare pubblicità al fatto la donna milanese non ha esitato a condividere questa sua posizione e molte conversazioni e note audio sono state pubblicate facendo il giro della rete. Il contenuto dei ragionamenti evidenzia l’assurdo comportamento della milanese che esclama, con fare glorioso, di essere razzista e di stare con Salvini. ‘’Rom, immigrati e meridionali sono la stessa cosa per me – si sente dire -: neanche nel 4000 cambieranno le cose’’. Quest’ultima esclamazione ci fa capire del perché il mondo non riesca ad evolversi come dovrebbe e perché, anche, ci sia in giro molta sofferenza. Quasi tutti avvertono l’esigenza di cambiare in meglio, di progredire, superando i tanti problemi che affliggono la vita quotidiana e inflluenzano i grandi temi politici, economici, culturali, ambientali. Da soli sormontare questi problemi non è facile. Anzi, è quasi impossibile anche per la gravità di comportamenti come quelli descritti. E ti chiedi: ‘’Perché salvare il mondo se la gente che lo abita è pervasa da tanta cattiveria?’’. L’estremizzazione del concetto vuole far capire che noi tutti siamo legati da un filo che è la vita e bisogna ammettere che le cose che ci accomunano sono più di quelle che ci differenziano. Per questo motivo varrebbe la pena darci forza a vicenda unendo i nostri destini anziché dividerci sulle più assurde questioni.