Isole minori, il 5 la proposta di legge in Cassazione

21

Supera i confini della Sardegna, e arriva a Roma, la battaglia per chiedere l’inserimento del principio di insularita’ nell’articolo 119 della Costituzione. La formula scelta e’ quella della legge di iniziativa popolare: servono 50mila firme necessarie per la prestazione della proposta di legge nazionale di iniziativa popolare. La raccolta tocchera’ circa 70 citta’ italiane, da Aosta a Pantelleria. Giovedi’ 5 aprile il Comitato promotore sara’ infatti a Roma, alla Corte di Cassazione, dove alle 10 depositera’ il testo della proposta legislativa. Due giorni dopo, sabato 7, il via alla raccolta firme, con tavolini presenti nelle piazze delle principali citta’ sarde, di tutte le regioni italiane e nelle isole minori italiane. Per i promotori si tratta di una “manifestazione straordinaria e senza precedenti, resa possibile dalla mobilitazione di varie associazioni e gruppi sorti anche spontaneamente in Sicilia e in altre aree del Paese, dell’associazione che riunisce le isole minori italiane, dell’associazione Ambasciata di Sardegna e soprattutto della Federazione delle associazioni dei Sardi in Italia”. Tra le principali citta’ coinvolte ci sono Milano, Aosta, Torino, Genova, Treviso, Trieste, Bologna, Firenze, Bari, Roma, Napoli e, ovviamente i quattro capoluoghi di provincia della Sardegna.