Nel mare dell’incertezza l’alba di un nuovo mondo

23

La persona competente è un esperto che attraversa tre fasi della conoscenza ricevuta: in particolare, la conoscenza ricevuta è corretta e pertinente (fasi 1 e 2), mentre viene negata la scoperta che dimostra che essa è errata (fase 3). C’è un solo percorso da seguire: quello che trova conferma nelle numerose prove raccolte nel tempo. La persona esperta è a conoscenza di fatti, verità o principi tratti da studi o indagini, da un’erudizione generale e da una particolare conoscenza di una materia o branca di apprendimento. Così, possedendo le competenze, le capacità e l’attitudine a gestire l’esistente, procede e percorre un percorso culturale molto battuto, quello inaugurato dalla prima rivoluzione industriale che, con la meccanizzazione e la standardizzazione dei processi produttivi, ha trasformato il mondo del lavoro preesistente.
Al contrario, l’ignorante creativo abbandona questo corso d’azione e disimpara navigando nel mare dell’incertezza per pre-disegnare un nuovo mondo. Scuote l’economia tracciando nuove strade lungo le quali l’umanizzazione e la personalizzazione di questi processi si incontrano e interagiscono. L’umanizzazione implica che l’ignorante creativo non è il massimizzatore dell’utilità razionale (Homo Oeconomicus), ma è Homo Civis et Socius che partecipa attivamente alla vita della comunità ed è preoccupato per le disuguaglianze economiche e sociali. Personalizzazione vuol dire che le produzioni standardizzate di massa cedono il posto a beni e servizi ritagliati sulle caratteristiche richieste dal singolo individuo.

piero.formica@gmail.com