Anfiteatro Flavio di Pozzuoli, in fiamme le gradinate in legno

36

“Preoccupazione e l’incredulità su quanto sta accadendo in queste ore all’anfiteatro Flavio di Pozzuoli. Uno dei principali patrimoni storico-archeologici dei Campi Flegrei e della Campania sta andando a fuoco. Le fiamme hanno coinvolto le gradinate in legno. Sul posto sono arrivati i Vigili del Fuoco e la Polizia Municipale”. Lo rende noto il consigliere regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli. “Siamo estremamente preoccupati. Ci auguriamo che i danni siano limitati. In ogni caso chiederemo di sapere come sia stato possibile l’evolversi di questo incendio e di capire se tutte le norme di sicurezza erano attive”, sottolinea. Europa Verde ha la sede a poca distanza dal sito archeologico per il quale il movimento ambientalista si è sempre battuto denunciando negli anni passati anche il degrado e l’abbandono dell’anfiteatro e addirittura la realizzazione di parcheggio notturno al suo interno.
L’incendio è scoppiato nel pomeriggio per cause in corso di accertamento, ha distrutto buona parte delle gradinate in legno dell’anfiteatro Flavio a Pozzuoli. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco per domare le fiamme. Minacciati da vicino i prospetti di alcuni manufatti che danno su via Solfatara a poche decine di metri dall’arena. Le gradinate in legno risalgono ad almeno 30 anni fa allorché nell’anfiteatro, terzo di Italia per grandezza, si svolsero alcune rappresentazioni teatrali e musicali. Si esibì anche il teatro San Carlo. Poi sono rimaste abbandonate. Quest’ anno per la stagione estiva il soprintendente Fabio Pagano ha organizzato una serie di iniziative per il rilancio della struttura. In corso una mostra sui gladiatori, mentre ieri sera si è svolta una iniziativa con il soprintendente di Pompei Zuchtriegel e sabato avrebbe dovuto svolgersi il festival jazz 2021.
“In queste ore si è verificato un incendio all’interno dell’ANFITEATRO Flavio. Uno strappo al cuore per noi puteolani e per tutti quelli che amano il nostro patrimonio archeologico”. Lo dichiara il sindaco di Pozzuoli (Napoli), Vincenzo Figliolia. “Si è a lavoro – spiega Figliolia – per ricostruire quanto avvenuto e per la ricognizione dei danni. Su questo sito e sui tanti altri presenti in città si sta lavorando con progetti, in rete con il Mibact e con il Parco archeologico dei Campi Flegrei, responsabili del circuito. Siamo stati sempre presenti, e ancora lo saremo: si intervenga e si faccia presto per sostenere i nostri beni”, conclude Figliolia